Cosa fareste se il vostro cane fosse grande quanto un bovino? È la storia di Giant George, il detentore del Guinness dei Primati come cane più grande del mondo: è alto circa 130 centimetri, lungo 213 e pesa ben 85 chilogrammi.

A raccontare il vissuto di questo incredibile cane è il padrone Dave Nesser, il quale ha recentemente pubblicato il libro “Giant George: Life with the World’s Biggest Dog”. Qualche anno fa Dave e sua moglie decisero di recarsi al canile per adottare un cucciolo di labrador e, fra i tanti animali disponibili, scelsero George perché più piccolo dei suoi coetanei. Non avrebbero mai potuto immaginare che a 5 mesi George sarebbe stato già delle dimensioni di un labrador adulto, per poi battere di gran lunga la grandezza di un alano danese al compimento di un anno d’età.

Vivere con George, per quanto avvincente, non è tuttavia semplicissimo. Consuma circa 58 chili di cibo al mese, ha bisogno di una cuccia e di un materasso speciale di oltre 2 metri di lunghezza e larghezza e, non ultimo, il cane è vittima di bullismo. Mentre gli umani lo amano incondizionatamente per la sua incredibile stazza – e soprattutto per il suo animo simpatico e docilissimo – al parco gli altri cani lo affrontano con paura e disprezzo, spesso coalizzandosi in branco. Data la grandezza, è probabile che lo scambino per qualche altra specie animale, forse un predatore pericoloso.

Nonostante la rilevanza mediatica e l’entrata di diritto nel Guiness dei Primati, la famiglia non è scaduta nel divismo. E, anzi, si batte ogni giorni affinché George sia accettato nelle normali strutture canine, come le pensioni per le vacanze, riuscendo anche a mobilitare un’intero staff aereo pur di non separarsi dal loro adorato amico, che ha da poco compiuto 6 anni. E chissà che in futuro George non faccia amicizia con Beyoncé, la cagnolina più piccola del mondo.

12 aprile 2012
Fonte:
Lascia un commento