Non è molto conosciuto in Europa, anche perché non sempre presente presso la piccola e la grande distribuzione, eppure il giaco sta ottenendo sempre maggiore successo fra i consumatori. Conosciuto anche come jackfruit, o al femminile giaca, questo alimento si caratterizza per delle interessanti proprietà nutrizionali, tanto che gli esperti lo considerano uno dei cibi più importanti per il futuro. Ma quali sono le sue peculiarità e quali, ancora, i benefici?

=> Scopri le qualità del dragon fruit


Come già accennato, non è sempre semplice procurarsi il giaco sul mercato italiano: non solo perché varietà esotica non molto diffusa, ma anche perché dalle grandi dimensioni e dai costi non sempre contenuti. Di seguito, tutte le informazioni su questo curioso frutto.

Giaco: origini e valori nutrizionali

Il giaco è il frutto dell’Artocarpus heterophyllus, una pianta della famiglia delle Moraceae, di origine tropicale. L’albero è originario dell’India, in particolare sulle pendici meridionali dell’Himalaya, ma nei secoli è stato trasportato e coltivato altrove, in particolare nelle aree più calde e vicine ai tropici del Pineta. Oggi è largamente diffuso in Australia, Brasile, Africa e in alcune zone del Sudest Asiatico. La pianta si erge da un fusto resistente e largo, di circa 60 centimetri di diametro, e può crescere per diversi metri d’altezza. La particolarità, oltre che per il singolare frutto, è anche data dalla presenza contemporanea di infiorescenze maschili e femminili: è proprio da queste ultime che si sviluppa il giaco.

=> Scopri le proprietà del corbezzolo


Il jackfruit può raggiungere delle dimensioni davvero impressionanti, tanto da diventare uno dei frutti più grandi del mondo: può infatti contare su un diametro di anche 40 centimetri, fino a un peso di 30 chili. Dalla superficie esterna solida, rugosa e dagli intensi colori verdi e gialli, l’esemplare è inoltre un sincarpo: all’interno si trovano diversi frutti, la cui polpa racchiude altrettanti semi. Il jackfruit può essere consumato fresco, ma è più comune la distribuzione in scatola oppure disidratato. Non ultimo, può essere fritto o se ne può raccogliere il succo, da cui si ricava una bevanda alcolica fermentata. Insolito è anche il gusto: fresco ricorda lontanamente l’ananas, con toni vanigliati, mentre cotto offre una sensazione al palato non troppo dissimile dalla carne.

L’alimento è abbastanza calorico e, per questo, è da tempo considerato uno dei cibi del futuro, grazie al suo potenziale energetico: 100 grammi di prodotto, infatti, assicurano 95 kcal. La porzione più rilevante è occupata dai carboidrati, ben 23 grammi sul totale, mentre sono 1.7 i grammi delle proteine e 0.6 quelli dei grassi. Ottimo è il contenuto in fibra alimentare, pari a 1.5 grammi, ma anche l’offerta in micronutrienti. Sul fronte dei sali minerali, il giaco è una perfetta fonte di potassio – oltre 448 mg – ma anche di calcio, ferro e magnesio. In merito alle vitamine, interessanti sono le concentrazioni di vitamina A, B1, B6 e C.

Jackfruit: proprietà e benefici

Tra le proprietà note del giaco, tali da renderlo un vero e proprio superalimento, la prima è certamente il potere energizzante: oltre al buon contenuto calorico determinato dai carboidrati, l’elevata concentrazione di potassio garantisce sempre un organismo in forma, soprattutto in caso di stanchezza, temperature eccessive, grande sudorazione o in periodi di forte stress. Inoltre, il rilevante contenuto in fibre alimentari non solo migliora il transito intestinale, aiutando il corpo a ritrovare la sua naturale regolarità, ma è anche in grado di modulare l’assorbimento degli zuccheri semplici, equilibrando la loro presenza nel sangue. Queste fibre, poi, aiutano la digestione a livello di stomaco, anche favorendo un più rapido senso di sazietà.

Poiché ricco di vitamina C, il jackfruit è anche un cibo amico del sistema immunitario: può aiutare a rafforzare le difese di prima fila dell’organismo, contro i malanni più frequenti quali influenze, raffreddori e tutti i fastidi dal ciclo stagionale. Allo stesso tempo, le vitamine B1 e B6 rafforzano il fisico, soprattutto a livello muscolare, mentre la vitamina A risulta essenziale per il benessere di pelle e capelli, grazie alle sue capacità di contrasto dei radicali liberi. Fatta eccezione per eventuali allergie o intolleranze personali, questo frutto non presenta, infine, nessuna controindicazione a oggi nota.

25 marzo 2017
Lascia un commento