La Regione Lombardia investe 4 milioni di euro sulla geotermia. Nel bando rientreranno quegli impianti destinati al riscaldamento degli edifici realizzati sfruttando la fonte rinnovabile legata al calore del suolo. A rendere noto lo stanziamento, rivolto ai 28 comuni dell’area regionale, l’assessore all’Ambiente Marcello Raimondi.

Al centro di questo investimento la geotermia, una fonte rinnovabile sempre più apprezzata per il riscaldamento degli edifici pubblici e privati. In particolare quella a “bassa entalpia” può consentire notevoli risparmi nella bolletta energetica, soprattutto durante i mesi invernali. I 4 milioni serviranno ad incentivare lo sviluppo e la realizzazione di impianti geotermici azionati da pompe di calore.

La Regione Lombardia punta in questo modo ad un sistema di riscaldamento meno legato all’inquinamento dell’aria e più votato al sostegno delle fonti rinnovabili. Il finanziamento dei 150 progetti autorizzati si stima consentirà di risparmiare 140 tonnellate equivalenti di petrolio oltre ad una riduzione delle emissioni equivalente a circa 500 tonnellate di CO2 all’anno.

I progetti approvati, che riceveranno un contributo massimo pari all’80% del costo e comunque entro un limite massimo di 500 mila euro, dovranno essere completati entro il 31 dicembre 2013. Soddisfazione espressa dall’assessore all’Ambiente Marcello Raimondi:

Regione Lombardia con uno sforzo finanziario significativo, soprattutto in questi periodi di ristrettezze economiche, finanzia altri 28 progetti di Enti locali che vogliono investire sulle energie rinnovabili e sul risparmio energetico, e cioe’ sulle vere linee strategiche per il futuro energetico ed economico della nostra regione.

Fonte:ASCA

24 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento