La sfida alla propulsione elettrica si gioca anche sul terreno dei record. La Rimac Concept_One, prototipo di supercar con quattro motori zero emissioni da 1.088 CV complessivi che viene esposta in versione definitiva al Salone di Ginevra, è stata dichiarata dalla casa costruttrice come l’auto elettrica più veloce del mondo (più di 350 km/h di velocità massima). Tuttavia, c’è un’altra “hypercar” ad altissime prestazioni che reclama il primato.

Si tratta di Genovation GXE, una “all–electric” costruita dalla americana Genovation Cars, azienda nata nel 2007 con l’obiettivo di sviluppare veicoli a zero emissioni e studiare nuove soluzioni di autonomia estesa: i progettisti indicano che è lei, la vettura elettrica “street legal” (cioè omologata per l’utilizzo sulle strade di tutti i giorni) più veloce.

Base di partenza della GXE (Genovation eXtreme Electric) è la ultraperformante Chevrolet Corvette Z06 Model Year 2006: sotto il cofano i tecnici di Genovation Cars hanno operato la sostituzione del poderoso V8 da 7 litri di origine con quattro motori elettrici a magneti permanenti e relativi inverter. La potenza indicata da Genovation Cars per la GXE è di 710 CV, mentre l’autonomia massima è di circa 210 km.

Così allestita, la Genovation GXE è stata cronometrata in questi giorni a una velocità massima di 300,63 km/h, raggiunta nell’area del John F. Kennedy Space Center di Cape Canaveral, lungo un tratto di quasi 5 km di lunghezza e una larghezza media di 91 metri della sede stradale: un terreno giudicato idoneo per la misurazione delle prestazioni.

Dati alla mano, la Genovation GXE è stata cronometrata sui 3 secondi per lo scatto da 0 a 100 km/h, mentre la velocità massima raggiunta ha superato di pochissimo i 300 km/h: un valore che i tecnici dell’azienda americana indicano come elevato, ma non assoluto: la GXE sarebbe in grado di arrivare a 320 km/h, e lo dimosteranno ulteriori test attualmente in preparazione.

9 marzo 2016
Immagini:
Lascia un commento