Gelsomino: proprietà e usi estetici

Pianta sempreverde di origine orientale, appartenente alla famiglia delle Oleaceae, il gelsomino è noto per il profumo intenso dei suoi fiori bianchi dai quali si ricava anche un olio essenziale ricco di proprietà benefiche.

L’olio di gelsomino vanta una pluralità di impieghi in ambito estetico ma può rivelarsi utile anche come rimedio naturale per curare diversi disturbi. Tra le varie potenzialità, ad esempio, questo unguento vanta spiccate capacità afrodisiache soprattutto se adoperato per eseguire massaggi e favorire il benessere a livello emotivo.

=> Scopri come coltivare il gelsomino


A essere molto apprezzate, inoltre, sono le virtù sedative e rilassanti dell’unguento, che aiuta a sciogliere la tensione semplicemente adoperandolo all’interno dei comuni diffusori di essenze da tenere in casa o altri ambienti, oppure versandone poche gocce nell’acqua calda in preparazione di un bagno riposante.

Proprietà

Come accennato sopra, l’olio di gelsomino aiuta a distendere i nervi e ha un notevole potere calmante efficace anche per gestire uno stato ansioso e depressivo, sebbene sia sempre consigliabile parlare con il proprio medico per valutare la richiesta di un supporto farmacologico o per programmare un consulto con uno specialista.

Il medesimo potere calmante è efficace per sedare alcuni disturbi come la tosse e le difficoltà respiratorie tipiche del raffreddore: è sufficiente creare una crema spalmabile amalgamando un paio di gocce di olio e l’aloe vera in gel, massaggiando la zona del torace.

=> Scopri i fiori utili per la pelle


Particolarmente efficace per lenire i dolori tipici del ciclo femminile e della fase premestruale, l’olio di gelsomino massaggiato sulle zone interessate da crampi e tensione favorisce il rilassamento muscolare e aiuta a far passare il malessere: è preferibile non usarlo puro ma diluito in un altro olio di origine vegetale, come quello di mandorle dolci.

Cura della pelle

L’olio di gelsomino rappresenta una risorsa per la bellezza della pelle, del viso e del corpo. In particolare, sono note le sue capacità idratanti ed emollienti che lo rendono ideale per trattare arrossamenti cutanei e secchezza soprattutto se usato in unione con preparati antirughe naturali.

Il suo potenziale sfiammante è potenziato dall’uso contemporaneo di creme a base di calendula, realizzando veri e propri impacchi da applicare sulla pelle anche in caso di dermatite.

=> Scopri gli oli essenziali per profumare l’ambiente


Quest’olio è anche molto utile per riequilibrare le pelli grasse e ridurre i segni dell’ance, grazie al suo effetto purificante e astringente. Infine, è anche possibile sfruttare le sue proprietà cicatrizzanti unendo alcune gocce all’olio di mandorle dolci e spalmando l’unguento ottenuto sulle lesioni superficiali, favorendone la guarigione.

Bellezza dei capelli

L’olio di gelsomino può essere usato anche sui capelli e sul cuoio capelluto, sia aggiungendone alcune gocce nello shampoo per donare una fragranza piacevole e duratura sia per ottenere un effetto fortificante, in questo caso preparando un’emulsione da frizionare che contenga anche olio di jojoba: in questo caso è necessario lasciare il preparato in posa per circa quindici minuti prima di risciacquare i capelli con molta cura. Sebbene non possieda potenziale irritante, l’olio di gelsomino deve essere usato solo esternamente.

20 settembre 2017
Lascia un commento