Fa ancora caldo. Per essere alla fine di agosto le temperature sono ben al di sopra della norma e mangiare un gelato sembra l’unico modo per rinfrescarsi un po’. Peccato però che i gelati, ovviamente, con queste temperature bollenti si sciolgano. Come ovviare a questo problema? Semplice, con il gelato che non si scioglie.

=> Leggi la ricetta per il gelato light fatto in casa

L’invenzione del gelato che non si scioglie arriva direttamente dal Giappone dopo un tentativo di aggiunta di polifenolo, un liquido estratto dalle fragole, in una torta. Il pasticcere che ha provato questa tecnica ha visto come il dolce si sia solidificato all’istante con questa tecnica. Come usare quindi il polifenolo in modo intelligente in pasticceria? Nei gelati, per far sì che non si sciolgano. Così è stato fatto.

=> Scopri come fare il gelato in casa senza uova

Il professor Ota dell’Università di Kanazawa, ha spiegato che il polifenolo riesce a legare insieme acqua e olio nel gelato e quindi qualsiasi dolce creato con questo ingrediente aggiuntivo resiste molto di più al calore e alle temperature bollenti.

Un esperimento ha dimostrato come alla temperatura di 28 gradi un gelato realizzato con il polifenolo resiste 5 minuti mantenendo la stessa identica forma e compattezza di un gelato appena uscito dal frigo. Insomma, addio ai gelati che si sciolgono in pochi passi: grazie a questo ingrediente naturale la vita degli amanti del gelato diventerà molto più semplice e meno “impiastricciata”.

28 agosto 2017
Immagini:
Lascia un commento