Il gelato alle bacche di Goji è un modo gustoso di sfruttare i molti benefici offerti da questo rimedio naturale. Tra le proprietà benefiche ad esse riconosciute troviamo un contenuto ricco di proteine, carboidrati, calcio, fosforo, potassio, manganese e altri sali minerali, vitamine B1, C ed E, fibre, aminoacidi, carotene e luteina.

Gli effetti benefici delle bacche di Goji comprendono il controllo del colesterolo e dei trigliceridi, il mantenimento entro la norma della pressione sanguigna oltre al contributo donato alla tonicità muscolare e alla resistenza fisica. Inserirle in una ricetta per la preparazione di un gelato fatto in casa è possibile, ecco come.

Qualora voleste infine decidere di coltivare in casa le vostre bacche di Goji è opportuno prestare attenzione ad alcuni consigli utili. Il periodo migliore per la semina è in primavera, mentre il terreno migliore è quello che evita ristagni: la preferenza è per una consistenza sabbiosa o a fondo ghiaia.

Attenzione alle spine che si presenteranno sui rami dell’arbusto ed esporre a forte luce solare durante l’inflorescenza, prevista tra maggio e luglio. Una volta raccolte le bacche, mature sul finire dell’estate, le stesse andranno essiccate al sole e conservate in un barattolo di vetro.

Gli ingredienti

Per la preparazione del gelato alle bacche di Goji sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 20 gr di Bacche di Goji;
  • 200 ml di latte;
  • 150 ml di panna fresca;
  • 125 ml di yogurt ai frutti di bosco;
  • 100 gr di zucchero (possibile utilizzare anche quello di canna).

Possono in alternativa essere utilizzati ingredienti vegetali in sostituzione di panna, latte e yogurt classici per rendere la ricetta vegan.

Come prepararlo

Il primo passaggio da eseguire in questo caso è la reidratazione delle bacche di Goji. Prendere una ciotola d’acqua e tenerle in immersione per circa 15 minuti, trascorsi i quali andranno scolate e frullate. Aggiungere a questo punto gli altri ingredienti e frullare tutto insieme, lasciando poi riposare per qualche minuto.

A quel punto, se disponete di una gelatiera elettrica è possibile versare il composto ottenuto nel vano apposito e avviare il dispositivo. Una volta raggiunta la consistenza desiderata e poi riporre in freezer coperto fino al momento di servirlo.

Qualora non disponiate della gelatiera elettrica è comunque possibile realizzare in casa il vostro gelato preferito, a patto di prestare alcune piccole accortezze.

Anziché versare il composto nell’apparecchio andrà riposto subito in freezer coperto con la necessità in questo caso di rimescolare il tutto ogni mezz’ora per evitare che indurisca troppo e per sciogliere i cristalli di ghiaccio che potrebbero formarsi.

22 ottobre 2014
I vostri commenti
antonietta guida, venerdì 15 maggio 2015 alle20:38 ha scritto: rispondi »

sono buonissime anche al palato

Lascia un commento