Per affrontare il caldo torrido estivo, lo zoo di Zurigo affida la salute dei suoi animali a un team di esperti, capaci di trovare la soluzione migliore: il gelato. Ebbene sì, anche gli ospiti della struttura meritano un premio e un gelato alla frutta sembra la soluzione migliore. Annualmente lo zoo, per un’intera settimana, dedica le sue risorse e il suo operato alla creazione di questo genere di leccornìa.

>>Scopri la ricetta del ghiacciolo per cani

Non solo un dono amorevole, ma principalmente una necessità per abbassare le temperature corporee degli esemplari costretti a patire il caldo. L’afa di questi giorni ne è una riprova, e gli animali appaiono sofferenti e molto letargici. Il direttore Alex Rübel perciò affida la pratica all’esperienza di un gruppo di studiosi dell’alimentazione, che producono gelati e sorbetti idonei per gli ospiti dello zoo.

La base è come sempre l’acqua, alla quale vengono aggiunti quantitativi di frutta fresca tagliata a pezzi oppure anche del pesce. Ad esempio gli orsi polari ne sono ghiotti e gustano con molta passione e interesse questi grandi blocchi di ghiaccio. È un’operazione importante, spesso replicata in strutture simili, che preserva la salute e la vita degli animali.

La condizione di reclusione, del resto, impedisce alle varie specie di cercare refrigerio nel modo a loro più congeniale. Sono molti gli animali costretti a vivere in un luogo, e con un clima, non idoneo alla loro salute. Un esempio sono proprio gli orsi polari oppure i pinguini, abituati a spazi e distese di ghiaccio, all’interno di uno zoo possono avvalersi solo di una vasca non sempre in linea con i loro bisogni.

24 luglio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Tio
Lascia un commento