Un gatto sopravvive per 36 giorni senza cibo ne acqua in una scatola, spedito per sbaglio dalla sua abitazione alle Hawaii. È l’incredibile storia di Mee Moowe, un esemplare di circa 10 anni, scomparso improvvisamente dalla sua casa in Virginia prima di un trasloco per le Hawaii. A quanto pare, il micio si sarebbe nascosto in uno dei tanti pacchi affidati all’azienda dei trasporti e nessuno, operai compresi, si sarebbe accorto della sua presenza.

Il tutto è accaduto qualche settimana fa quando Ashley Barth, la proprietaria del gatto, ha affidato a un’agenzia di trasporti la creazione dei pacchi per il trasloco, affinché potesse recarsi dal medico con il figlio. Al ritorno dall’appuntamento, di Mee Moowe non vi è stata più nessuna traccia. Posticipata la partenza di tre giorni, la famiglia ha infine deciso di terminare il viaggio, convinta che il felino fosse per sempre perduto.

36 giorni dopo l’arrivo alle Hawaii, tutti le scatole sono state finalmente consegnate alla famiglia. E qui la sorpresa: da uno di questi pacchi, una debole ma costante miagolata. Aperto in fretta e furia il contenitore, all’interno il gatto, stanco per le privazioni subite ma vivo. Fortemente dimagrito e in condizioni precarie, l’animale si è rapidamente ripreso, sebbene non abbia ancora potuto riunirsi con la sua famiglia. Saltate le vaccinazioni obbligatorie prima della partenza, proprio perché scomparso anzitempo, il micio dovrà rimanere in quarantena accudito da un veterinario. Un’attesa comunque breve, di fronte alla gioia di aver ritrovato il tanto amato animale domestico.

Al momento non è dato ben sapere di chi sia la responsabilità di questo incidente, anche se le prime accuse ricadono sulla società di trasporti che si è occupata anche della creazione dei pacchi. Inoltre, appare alquanto strano che nessuno dei corrieri si sia accorto del miagolio disperato del felino per quasi 40 giorni: la salvezza dell’animale è un vero e proprio miracolo.

11 dicembre 2014
Lascia un commento