Un gatto russo è diventato virale per un’impresa degna di Arsenio Lupin. Il felino, un esemplare randagio dal manto rosso, si è infatti intrufolato nel banco frigorifero di una pescheria di lusso, sgraffignando pesce per il valore di 1.000 dollari. Una cena particolarmente ricca per il felino, il quale si sarà sentito improvvisamente baciato dalla fortuna di fronte a tutte quelle prelibatezze.

Il tutto succede all’aeroporto internazionale di Vladivostok, in una pescheria all’interno del centro commerciale pensato per i viaggiatori. Così come svela un video pubblicato da Prima Media TV, un gatto randagio si è introdotto di soppiatto all’interno del banco frigo, ingurgitando quanto più pesce riuscisse a mangiare. Per questioni naturalmente igieniche, i gestori dell’attività si son visti costretti a gettare tutto il pescato, per oltre 1.000 dollari di guadagni perduti.

Come il micio sia riuscito in questa singolare impresa, tuttavia, rimane ancora ampiamente un mistero. L’intero banco refrigerato è infatti munito di apposite serrature, non solo per evitare i furti ma anche per garantire la temperatura costante dell’apparecchio. Forse un pannello lasciato aperto per distrazione o, in alternativa, un foro sfruttato sulla superficie inferiore del frigorifero.

Cole lecito attendersi il video, ripreso da alcuni clienti armati di smartphone e altri dispositivi, è immediatamente diventato virale. Il ladruncolo felino è già infatti amatissimo dal popolo dei social network, stupito per il coraggio e l’intraprendenza dell’animale. Meno entusiasti, ovviamente, sono però i proprietari della sfortunata pescheria. Al momento non è dato sapere che fine abbia fatto l’animale, ma sono in centinaia i clienti che si sarebbero offerti di adottare l’esemplare. Così come specificano i portavoce della struttura, da giorni l’aeroporto riceve lettere e richieste d’adozione, anche internazionale, per il simpatico quadrupede. Non resta che attendere, di conseguenza, il nuovo episodio di quel che potrebbe essere la saga del gatto più lesto del Web.

12 dicembre 2014
Via:
BBC
Lascia un commento