È uscito dalla sua abitazione per trovare rifugio su un albero, dove è rimasto in attesa per ben sei giorni. È quanto è accaduto nel Regno Unito, dove un gatto non ha voluto saperne di abbandonare autonomamente le fresche fronde di un’alta pianta. Per trarlo in salvo, si è reso necessario l’intervento degli addetti della RSPCA e dei vigili del fuoco.

Tutto è accaduto in questi giorni a Sawston, nel Cambdrigeshire, dove un gatto è rimasto per ben sei giorni su un ramo di un albero, all’altezza di 12 metri dal suolo. Stando alle ricostruzioni, il micio si sarebbe ritrovato in assenza dei suoi proprietari, partiti per una breve vacanza, quindi accudito da una vicina di casa. Uscito dall’abitazione, il felino si è arrampicato sulla pianta, senza però trovare modo di effettuare il percorso inverso. Così è rimasto per ben sei giorni bloccato fra i rami, nonostante diversi tentativi di recupero.

Secondo quanto riporta BBC, Tom – questo il nome del felino – è stato salvato dall’intervento dei vigili del fuoco del Cambridge Fire and Rescue Service, per poi essere brevemente consegnato a un’addetto della RSCPA per vagliarne le condizioni di salute. L’intervento delle squadre di soccorso si sarebbe reso necessario a seguito dei precedenti tentativi falliti di riportare a terra il quadrupede.

Il felino pare sia stato comunque trovato in buone condizioni di salute, solo comprensibilmente affamato. Dalle pagine della stampa inglese, è riportato l’intervento di Jason Leach, comandante della squadra di recupero, che ha invitato i proprietari di animali a non lanciarsi autonomamente in certe azioni di salvataggio, dati i potenziali e pericolosi rischi:

È importante che i membri del pubblico non cerchino di operare azioni di recupero che potrebbero metterli in pericolo. Siamo felici Tom sia salvo e speriamo non insegua altre avventure mentre i suoi proprietari sono in vacanza.

Come già accennato, il gatto è stato rinvenuto in buone condizioni sia fisiche che psicologiche, solo desideroso di cibo dopo tanti giorni fra le fronde.

28 maggio 2015
Fonte:
BBC
Lascia un commento