Un gatto come rettore dell’Università

Potrebbe ben presto coronare sulla carriera universitaria raggiungendo il prestigioso ruolo di rettore, dopo anni di devozione al suo ateneo. Il protagonista di questa vicenda non è però un docente amato dagli studenti, né un ricercatore dalle innumerevoli scoperte: si tratta, invece, di un adorabile gatto bianco. È quanto sta succedendo in Scozia, presso l’Università di Aberdeen.

Il caso è certamente singolare: Buttons, un gatto che da tempo vive nel campus universitario, è stato presentato dagli stessi studenti come candidato ideale per coprire la carica di rettore, in occasione delle imminenti elezioni del collegio universitario. A quanto sembra, si tratterebbe di una provocazione: gli iscritti, infatti, avrebbero scelto il felino per lamentare una mancata rappresentazione del corpo studentesco per la campagna in corso. Così ha spiegato Alex Kither, lo studente di storia a capo degli sforzi di promozione per il gatto:

=> Scopri il cane diventato sindaco in Canada


Buttons ha tutte le qualità per essere un buon candidato: vive nel campus, interagisce con tutti gli studenti ed è morbido, una caratteristica che nessuno degli altri candidati può vantare.

Le possibilità per il felino, tuttavia, rimangono poche. Il coordinamento delle elezioni ha infatti bocciato momentaneamente la sua candidatura, poiché pare sia necessario vagliare se rappresentanti “non-umani” possano essere inclusi nella tornata elettorale. La decisione prevede però la possibilità d’appello, così il comitato per Buttons ha deciso di lanciare una petizione, affinché il felino possa essere incluso. Oltre 300 studenti hanno già controfirmato la proposta, un fatto che impedirà al coordinamento elettorale di ignorarne la rilevanza.

=> Scopri il gatto diventato sindaco in Siberia


Così come già accennato, si tratta di una provocazione affinché l’Università decida di proporre dei candidati più vicini alle esigenze degli utenti, considerato come gli attuali risulterebbero abbastanza distanti dalle attività quotidiane dell’ateneo. Non resta che attendere, di conseguenza, il risultato di questa singolarissima campagna elettorale.

13 febbraio 2018
Immagini:
Lascia un commento