È una storia davvero singolare, quella che ha coinvolto negli ultimi giorni un felino statunitense. Già rinominato “gatto rasta” sui social network, dove la sua vicenda è divenuta immediatamente virale, il protagonista di questa storia è diventato famoso per il suo singolare manto, completamente ricoperto da dreadlocks. Non è ben dato sapere come il quadrupede sia potuto giungere a una simile proliferazione pilifera, ma pare che i responsabili più probabili possano essere l’incuria e la solitudine.

Il tutto è accaduto in Pennsylvania, nella città di Pittsburgh, presso l’abitazione di un malato anziano, purtroppo affetto da Alzheimer. Quando le condizioni di salute ne hanno compromesso completamente l’autonomia, la famiglia ha deciso di trasferire l’uomo dalla sua abitazione a una casa di cura. Un parente, tuttavia, si è ricordato come l’anziano godesse della compagnia di due gatti: tornato presso l’appartamento per recuperarli, e avendo identificato il primo esemplare, ha notato una figura del tutto insolita aggirarsi nei pressi dei mobili della camera da letto. Dopo qualche attimo di confusione, l’animale è stato recuperato e si è notata la presenza di fitti dreadlock lungo tutto il corpo.

=> Scopri l’importanza della lingua per il gatto


All’inizio ho pensato si trattasse di un gatto coperto da un lenzuolo, una coperta che si trascinava appresso. Mi sono avvicinato con una torcia, quasi come in un film horror, e ho trovato il gatto sotto un angolo del letto, probabilmente molto spaventato e dolorante.

Il salvatore ha quindi condotto Hidey, una femmina, press l’Animal Rescue Legue e Wildlife Shelter di Pittsburgh, un centro di recupero per animali associato con la Western PA Humane Society. I veterinari, i quali hanno sottolineato di non aver mai visto prima nessun gatto in simili condizioni, non hanno saputo trovare una motivazione plausibile all’accumulo eccessivo del pelo di Hidey. Si tratta di una condizione, infatti, che solitamente accumuna alcune razze di cani dal pelo molto lungo, ma mai registrata prima nei felini. Inoltre, l’esemplare in questione non appartiene nemmeno a una razza dal folto manto, bensì si tratta di un meticcio più che comune.

Non si esclude che il povero gatto non abbia potuto rimuovere autonomamente il pelo morto, con le normali operazioni di grooming, e il proprietario non abbia potuto provvedere a spazzolarne il manto, poiché ormai non autonomo. In ogni caso, i dreadlock sono stati completamente rimossi, tanto che Hidey ha perso oltre un chilo di peso dopo la rasatura.

21 dicembre 2016
Fonte:
Lascia un commento