Nell’immaginario comune, gatto e acqua non possono convivere. Così in realtà è per gran parte degli esemplari, spaventati anche da qualche goccia di pioggia e pronti a sfoderare le unghie in prossimità di un rubinetto. Altri, tuttavia, trovano nel nuoto la loro naturale dimensione. È quel che è accaduto a un simpatico esemplare tigrato in Nuova Zelanda: condotto per la prima volta in spiaggia, si è buttato in acqua senza troppi dubbi.

Come lecito immaginarsi, il filmato di questa esperienza è immediatamente divenuto virale, complice anche la passione sfrenata dei social network per i gatti. Il video risale allo scorso 2011, ma solo in questi giorni è stato caricato dalla proprietaria Michelle Holmes.

Diego, questo il nome del simpatico gatto, si trovava in spiaggia con la sua famiglia. Armato di pettorina e legato a un apposito guinzaglio, la curiosità felina non l’ha trattenuto dall’avvicinarsi alla riva, per controllare quella grande distesa oceanica che mai aveva visto prima. Qualche passo coraggioso e tutto è pronto per una lunga nuotata: dal video, il micio non appare minimamente turbato dall’acqua, anzi sembra godere del benefico effetto refrigerante. Terminato l’improvvisato bagno, torna quindi autonomamente sulla sabbia e si liscia il manto bagnato.

Ad aver contribuito all’insolita impresa potrebbe essere stato anche il clima locale, per delle estati tipicamente roventi in Nuova Zelanda. Eppure non sono rari i gatti attratti dalle onde, tanto che in molte parti del mondo – Stati Uniti e Regno Unito in prima fila – sono stati organizzati dei corsi di nuoto felino, pensati in particolare per i gatti sovrappeso. E vi è anche chi ha ritenuto di dover sottoporre i gatti di casa a una terapia shock, gettandoli in piscina per insegnare loro a rimanere a galla: una questione di sicurezza, spiegano i proprietari che optano per questa pratica temeraria, per evitare incidenti in futuro. Nel frattempo, Diego si gode la sua neonata popolarità.

9 gennaio 2015
Fonte:
I vostri commenti
Carla, mercoledì 14 gennaio 2015 alle12:23 ha scritto: rispondi »

Ho la fortuna di avere un gatto nuotatore. E' un Turkish Van tutto bianco, che adora l'acqua. Come è noto questo tipo di gatti sono amanti dell'acqua e non disdegnano, all'occorrenza, di farsi una nuotatina.

daniela, lunedì 12 gennaio 2015 alle10:13 ha scritto: rispondi »

Se si prendono gatti della specie norvegese maincoon e turco di van,non bisogna insegnare loro niente, l'acqua la amano di per loro. sono tutti definiti gatti pescatori. avere un gatto che ama l'acqua non è così bello, amano tutto ciò in cui c'è acqua, dagli innaffiatoi alle vasche da bagno , e la spargono dappertutto. esperienza personale

Lascia un commento