È una storia drammatica, quella che proviene dalla California e vede come protagonista un povero gatto domestico. Scomparso improvvisamente da casa, l’animale è stato rinvenuto dopo qualche giorno privo di vita, completamente mutilato. Diverse parti del suo corpo sono state trovate per tutto il quartiere e la proprietaria, addolorata per quanto accaduto, ha deciso di allertare tutti gli amanti dei quadrupedi della zona.

Cookie, un esemplare di 10 anni d’età, ha sempre vissuto con la proprietaria Georgia Israel nella città di Sacramento, in California. L’animale, ben abituato a piccoli giri di ricognizione per il quartiere, qualche giorno fa non ha più fatto ritorno nel giardino della sua abitazione. Un fatto decisamente anomalo, considerato come il felino fosse del tutto indipendente, ben educato e altrettanto conosciuto dai dirimpettai.

=> Scopri il Cat Café chiuso per maltrattamenti


L’assenza prolungata, tuttavia, si è trasformata in una drammatica realtà per l’amorevole proprietaria. Un vicino di casa, infatti, ha svelato sui social network di aver rinvenuto delle parti di un animale in alcuni cespugli limitrofi alla propria abitazione, quanto basta per far temere il peggio per il povero Cookie. Ed è purtroppo emerso come il felino sia stato aggredito e mutilato, con resti sparsi per tutto il vicinato: una zampa è stata rinvenuta in una siepe, un’altra ancora per strada, mentre la testa a ridosso con un limitrofo marciapiede.

=> Scopri il gatto colpito da una freccia


La giovane ha quindi denunciato l’accaduto su Facebook, richiedendo ai vicini di fornire testimonianze utili per eventuali aggressioni, quali ragazzini pronti a vantarsi fra di loro del gesto o la presenza di qualche adulto dedito al maltrattamento di animali. L’inspiegabile gesto, tuttavia, non sarebbe conseguente a un abuso violento. Sebbene in un primo momento i Sacramento County Animal Control Services non abbiano avuto una risposta precisa per l’accaduto, lo studio dei resti ha sollevato l’ipotesi della cattura del gatto da parte di un coyote.

17 ottobre 2017
Fonte:
Lascia un commento