Non si può dire che i gatti non siano degli abilissimi ladri di leccornie e manicaretti. Basta adagiare la cena sul tavolo, lasciarsi distrarre momentaneamente dalla TV o dal telefono, e con un balzo acrobatico il felino si approfitta del cibo pronto per essere degustato. Una situazione che avrà di certo accomunato migliaia di proprietari in tutto il mondo, anche se pochissimi decidono di passare all’azione come un uomo inglese. Dopo che il gatto domestico ha sgraffignato una porzione di bacon, infatti, l’uomo ha ben pensato di chiamare la polizia.

È quello che succede nel West Yorkshire, così come riporta il Yorkshire Post nel pubblicare la registrazione di una chiamata al numero d’emergenza locale, il 999. Un individuo ha infatti deciso di allertare le forze dell’ordine per il furto di bacon effettuato dal gatto, forse in cerca di giustizia. Chiamata la polizia, ha semplicemente comunicato come la fidanzata abbia permesso al quadrupede di mangiare il tanto agognato alimento, tanto da voler sporgere una denuncia. Naturalmente sorpresa, l’addetta al call center ha spiegato come il furto di cibo da parte degli animali domestici sia tutt’altro che un reato perseguibile, né tantomeno risulta possibile arrestare gatti. Non è però il primo caso di telefonata anomala ricevuta, come ha confermato Tom Donahoe, a capo del Customer Contact Centre di Wakefield:

Qualcuno ci ha chiamato alle due del mattino per chiedere il nome dell’attore di Magnum PI. Lo stava facendo impazzire e nessuno dei suoi amici ricordava la risposta, quindi ha pensato di telefonare alla polizia.

Queste richieste telefoniche, oltre allo stupore generato, rappresentano però un problema per le forze dell’ordine: si spreca del tempo, infatti, a discapito di persone che ne potrebbero avere effettivo bisogno, anche quando bisogna agire tempestivamente per salvare una vita. Di conseguenza, qualora il gatto il cane di casa decidessero di regalarsi un pranzetto improvvisato, è meglio rassegnarsi al furto che interrogare inutilmente le forze dell’ordine.

31 luglio 2015
Immagini:
Lascia un commento