Un gatto particolarmente affettuoso sta facendo incetta di condivisioni sui social network, dove gli utenti sono sempre particolarmente inclini a pubblicare storie singolari di animali domestici. Il felino è balzato agli onori della cronaca per alcune immagini apparse su Imgur, popolare servizio di upload fotografico. La peculiarità del felino? Quella di prestarsi nel ruolo di perfetto infermiere.

Radamenes, questo il nome del gatto, vive in un rifugio animale di Bydgoszcz, in Polonia. Condotto nella struttura ad appena due mesi d’età, il felino ha superato brillantemente dei problemi respiratori dovuti a un’infiammazione. Da allora, il micio si è trasformato in un provetto infermiere: forse preoccupato dalle condizioni di cani e gatti ospitati nella struttura, si avvicina e si siede al loro fianco offrendo la sua compagnia.

In particolare, l’animale si avvicinerebbe ad altri amici a quattro zampe di ritorno dalla sala operatoria, quindi ancora adagiati sul fianco in attesa di riprendere le forze. Il gatto, dal manto completamente nero, si accuccia nelle loro vicinanze e li protegge con le zampe, mantenendo sempre un occhio vigile e attento alle condizioni di salute. Non è dato sapere se l’infermiere miagolante viva il tutto come un gioco o sia mosso da un’incredibile empatia, sembra tuttavia che la cura degli esemplari in difficoltà contribuisca al loro benessere e al rapido recupero delle forze.

Non è la prima volta che sulla stampa si parla di animali votati alla compagnia dei malati o all’aiuto di altri esemplari in difficoltà. I cani, ad esempio, sono fra le specie d’elezione per i progetti di pet-therapy, sia per il conforto di chi si trova a dover passare molte settimane in ospedale o sta lottando contro una complessa patologia, che per i più piccoli in programmi per incentivare autostima e rendimento scolastico. Allo stesso modo, non è raro che alcuni esemplari si lancino istintivamente nella cura di altri animali in difficoltà, spesso prestandosi anche come genitori improvvisati per cuccioli di altre specie.

15 aprile 2015
Fonte:
Via:
Lascia un commento