Una storia che lascerà di certo sgomenti i lettori proviene dalla California, dove un gattino è stato rinvenuto con bocca e naso bloccati dal nastro isolante. Una crudeltà da un proprietario ancora senza volto, che così ha cercato di sbarazzarsi di un micio ormai divenuto scomodo.

>>Leggi dell’arresto dei killer dei gatti

Il gatto è stato ritrovati nei pressi di Baldwin Park, nella contea di Los Angeles, rinchiuso in una scatola. Il volto completamente ricoperto da uno strato di nastro isolante arancione, che ne rendeva impossibile la normale respirazione. Inoltre, zampe anteriori e posteriori sono state legate, così che il felino non potesse fuggire dal suo destino o rimuovere l’adesivo aiutandosi con le unghie.

Il micio, un esemplare grigio di soli due anni, è stato fortunatamente trovato da alcuni passanti e consegnato allo staff del Department of Animal Care and Control (DACC): i volontari hanno immediatamente provveduto alla rimozione dello strato adesivo e il gatto si è quindi liberato dalla sua tortura letale. Marcia Mayeda, direttrice del DACC di Baldwin Pack, ha commentato scioccata la vicenda:

Non riesco a immaginare perché qualcuno possa aver fatto questo a un gatto. Il maltrattamento degli animali spezza il cuore, è intollerabile e di solito è un precursore alla violenza sugli umani.

>>Leggi del gatto rasato per vendetta alla proprietaria

Al momento non è stato possibile risalire al proprietario del felino, anche perché non pare essere dotato di segni di riconoscimento. Il tam tam mediatico è però già iniziato e chissà che il colpevole non venga presto identificato dalla cerchia delle persone a più stretto contatto. La storia questa volta è a lieto fine, tuttavia rimangono moltissime le vittime – tra cani e gatti – dei comportamenti inconcepibili dell’uomo.

19 aprile 2013
Fonte:
CBS
Lascia un commento