Un gatto potrebbe diventare il prossimo sindaco di una cittadina in Siberia. È quanto accade a Barnaul, in Russia, dove fra i vari candidati alle elezioni comunali è presente anche un adorabile micio. Non è però tutto poiché, almeno dai sondaggi online, l’animale sarebbe in testa alle preferenze degli elettori, forse stanchi della vecchia politica.

Sono sei i candidati alle elezioni della località siberiana, per una tornata di voto che avverrà nel 2016. Di questi, uno è miagolante: si chiama Barsik ed è un esemplare di 18 mesi, di razza Scottish Fold. Sebbene sia ancora presto per giudicare i risultati elettorali, nei sondaggi sulle intenzioni di voto il gatto sarebbe in testa: in una survey condotta sul maggior social network locale, VK, la società di rilevazioni Altai Online ha confermato la schiacciante supremazia del micio su tutti gli altri rivali. Conquista, infatti, il 91,6% dei papabili aventi diritti al voto, mentre la restante percentuale è divisa fra gli altri sei aspiranti sindaci. Così ha spiegato Altaysky Seyatel, amministratore del portale che ha condotto il sondaggio, in un’intervista per CNN:

Il successo di Barsik è connesso al fatto che gli altri candidati non sono ben conosciuti dai cittadini. Le persone sembrano non capire i programmi degli altri candidati, le loro ragioni per la candidatura, né cosa vogliano fare per la città.

Nonostante l’incredibile popolarità, è improbabile che il gatto possa diventare davvero sindaco di questa città siberiana. La prossima settimana, infatti, una commissione composta dal governatore Alexander Karlin e dal consiglio cittadino vaglieranno la validità della candidatura. Non si esclude che, sebbene possa finire nella rosa finale degli aspiranti sindaci, non venga accettato in caso di vittoria. Non è la prima volta, tuttavia, che sulle prime pagine della cronaca appaiono storie relative ad animali rilanciati nella politica: fra le tante, quella di un curioso e determinato maialino.

16 dicembre 2015
Fonte:
CNN
Lascia un commento