È una storia di incredibile sopravvivenza, quella occorsa a un fortunato gatto inglese. Proverbio vuole che i felini possano godere di ben nove vite, eppure l’incidente che ha coinvolto un micio bianco e nero del Sussex sembra andare ben oltre ogni detto popolare. L’animale, infatti, è sopravvissuto a una caduta di circa 125 metri d’altezza, perdendo l’equilibrio su una scogliera.

Il tutto è accaduto presso il Birling Gap, a ridosso con la Beachy Head di Eastbourne, un luogo tristemente noto alla cronaca perché spesso scelto da chi si vuole togliere la vita. Secondo quanto riportato dalla stampa inglese, il gatto sarebbe caduto dall’altissima scogliera, rimanendo miracolosamente in vita. Per l’esemplare, soltanto una lieve frattura della mascella e un dente spezzato: delle conseguenze tutto sommato lievi, se si considera come il precipizio sia alto ben 125 metri.

I volontari del South Downs National Trust hanno rivenuto l’animale lo scorso 29 settembre, per poi condurlo in un centro veterinario locale. Dopo le prime visite del caso, i medici hanno confermato la piena possibilità di recupero del felino, il quale potrà presto trovare una nuova casa che lo accolga. L’esemplare, infatti, è stato rinvenuto senza collare né microchip, quindi complicato sarà identificarne i legittimi proprietari. Eppure non appare come un gatto selvatico, poiché ben abituato all’uomo e addomesticato.

I membri del National Trust hanno manifestato, così come riporta il Mirror, un iniziale desiderio di adottare il quadrupede come mascotte degli uffici. Ma, data la solitudine notturna e la vicinanza alla scogliera, questa soluzione potrebbe non essere la migliore per il fortunato esemplare.

Ci piacerebbe prenderlo come gatto dell’ufficio, ma non è possibile per l’assenza notturna e, considerato come sia già caduto una volta dalla scogliera, non siamo sicuri sia per lui il migliore dei posti.

Per questo, si è già avviata la ricerca di una nuova famiglia che lo possa accudire e amare, possibilmente lontano da pericolose altezze.

8 ottobre 2015
Fonte:
Lascia un commento