Un’avventura davvero singolare quella di uomo del Connecticut e di sua moglie, costretti a soggiornare in auto in attesa del pronto intervento. A cacciarli di casa è stato il loro gatto che, dopo aver morso l’uomo alla gamba, ha terrorizzato entrambi buttandoli fuori casa. Mohammed Lokman ha atteso per circa 4 ore seduto in macchina in compagnia della moglie parlando al telefono con un operatore del 911, il numero di pronto intervento americano. Come spiegato al soccorritore, la famiglia era in casa mentre svolgeva le attività quotidiane, preparandosi per andare a dormire. Ma verso l’una di notte, mentre Lokman si vestiva per andare a letto, il gatto di circa 8 chili ha iniziato ad aggredirlo mordendolo ripetutamente.

Come confermato anche dal proprietario, il felino di sesso femminile aveva partorito da circa 24 ore, quindi cercava di proteggere il piccolo da gestualità che aveva reputato pericolose. Forse l’uomo incautamente deve essere entrato nello spazio vitale del gatto senza i dovuti accorgimenti e, senza rendersene conto, aver scatenato le ire e l’ansia dello stesso. Per questo motivo la neo madre, in fase del tutto difensiva, ha deciso di proteggere il suo bene più grande attaccando il nemico. L’operatore del 911 ha ascoltato la dinamica dei fatti, quindi ha consigliato alla famiglia di attendere fuori casa inviando poi una pattuglia per un controllo. Solo verso le primi luci del mattino i proprietari hanno potuto far ritorno all’abitazione, senza nessun esito negativo per le gambe.

Secondo gli esperti la presenza del cucciolo ha reso la madre più guardinga e attenta e, nonostante la convivenza di lunga data, si deve essere sentita minacciata. Anche l’animale più dolce e adorabile può modificare la sua natura pur di proteggere la prole. È probabile che la neo madre possa aver frainteso le intenzioni del proprietario di casa, magari non riconoscendolo momentaneamente, per questo la sua è stata una reazione del tutto istintiva. Ma gli eventi di questo tipo non sono così rari, pochi mesi fa una famiglia di Portland in Oregon è stata costretta a chiamare il 911. La loro gatta di 4 anni Lux, dopo aver attaccato il figlio di 7 mesi, aveva costretto la famiglia intera a barricarsi dentro una stanza. Cane compreso. La chiamata al pronto intervento ha registrato anche i versi dell’animale fermo al di là della porta e pronto a un nuovo attacco. Solo l’arrivo di una squadra con tanto di cane addestrato ha permesso la cattura del felino. La storia di Lux è finita in TV, di lui si è occupato il comportamentista Jackson Galaxy, famoso anche in Italia.

8 giugno 2015
Fonte:
Lascia un commento