Fiamme talmente alte da divorare la vegetazione limitrofa, distruggere alcune automobili e lasciare un intero quartiere per diverse ore senza approvvigionamento elettrico. È questo l’esito di un grave incendio scoppiato a Ephrata, negli Stati Uniti, alimentato anche dalle alte temperature del periodo. Non l’azione di qualche vandalo o di piromani a piede libero, bensì il gesto inavvertito di un gatto.

Il tutto è accaduto nella giornata di ieri, quando alle 3.30 del mattino i residenti della cittadina, nello stato di Washington, sono stati improvvisamente svegliati dalle fiamme. I vigili del fuoco sono subito accorsi sul luogo e, dopo qualche ora di lavoro, sono riusciti a domare l’incendio. I danni comunque rimangono importanti: oltre a una parte di vegetazione, le fiamme hanno provocato la distruzione di alcune automobile e di strutture per la fornitura elettrica.

=> Scopri il gatto che salva le persone dagli incendi


Secondo quanto reso noto dalle stesse istituzioni sul social network Facebook, la responsabilità dell’incendio sarebbe di un ignaro gatto. Il felino, arrampicandosi su un palo per l’energia elettrica, pare abbia inavvertitamente mosso i cavi o generato scintille, tali da alimentare le fiamme su un vicino albero. Sembra non si tratti di un’eventualità così rara, considerato come lo scorso 20 luglio un caso analogo abbia coinvolto un quadrupede nei pressi di una limitrofa strada a veloce percorrenza. In totale, sarebbero tre i casi dall’inizio dell’anno, quando la media è invece inferiore a uno. A contribuire potrebbe essere l’elevata temperatura, tale da assicurare grandi fiamme anche a seguito di blande scintille.

=> Scopri il gatto distratto che appicca incendi


Al momento, non è noto il destino del gatto coinvolto, né se l’animale sia sopravvissuto alle fiamme. Secondo quanto riportato dalle fonti statunitensi, non si segnalerebbe l’assenza di alcun felino domestico, non si esclude il protagonista di questa vicenda sia quindi un esemplare randagio.

3 agosto 2017
Fonte:
Lascia un commento