Gatti: trucchi per socializzare un felino recuperato dal gattile

Adottare o semplicemente accogliere un felino proveniente dal gattile di zona è un gesto molto utile, che può offrire una nuova chance al gatto creando nuove e positive dinamiche casalinghe. A volte anche un semplice stallo può servire per migliore le condizioni di vita di un trovatello, alleggerendo anche il numero di presenze in gattile o presso le colonie di quartiere. Un supporto utile se il micio necessita di un momento di riposo e cura, specialmente dopo un ricovero o un intervento, così da permettergli una guarigione serena e veloce. Offrendo al contempo la possibilità di interagire e socializzare con gli umani, in particolare se il gatto è ancora piccolo e giovane, preparandolo correttamente per una futura vita casalinga e una buona adozione. Aprire le porte a un gattino è un’ottima esperienza, molto divertente e gratificante per entrambi, basterà mettere in pratica pochi ma semplici consigli.

Serenità e comprensione

La vita in casa è un momento di pace e serenità per un gatto abituato a vivere in gattile o per strada, una tregua dal caos e dall’isolamento forzato. Accogliere un trovatello è una scelta importante e il suo ingresso dovrà avvenire in modo graduale, offrendo un ambiente tranquillo e privo di pericoli. La scelta più idonea è quella di ricreare una zona soft all’interno di una stanza della casa, dove il micio possa dormire, bere, mangiare senza l’ingerenza di nessuno. Giusto il tempo di assimilare nuovi spazi e odori, per rasserenare l’animo e accantonare la confusione emotiva. Durante il primo periodo una coperta avvolgente potrebbe risultare un buon giaciglio confortevole, come un tono di voce pacato e rassicurante. Un atteggiamento comprensivo e paziente è la via migliore per rendere meno traumatico l’inserimento casalingo.

=> Scopri come aiutare un gattile e canile di zona


Cibo e premi

Il cibo è il modo migliore per creare una connessione tra gatto e umano, sia come gesto di accoglienza che come rinforzo positivo. La presenza dell’affidatario nella stanza, durante il momento del pasto, offre al felino la possibilità di rilassarsi imparando a fidarsi dell’umano. Avvicinando lentamente il piatto al proprio corpo, oppure accarezzare il felino prima del pasto, aiuta a rendere il momento più conviviale e pacifico. Offrire qualche crocchetta come premio per gesti e abitudini apprese aiuterà ulteriormente a sviluppare la sintonia, accrescendo la conoscenza e l’affetto.

Gioco

L’attività ludica è la chiave migliore per comunicare con il nuovo amico, la soluzione più consona per attivare un’interazione positiva e allegra. Muovere oggetti, corde, palline davanti al gatto solletica il suo interesse e la voglia di divertirsi. Giocare con il micio dimezzando le distanze fisiche è importante, allungare con calma la mano per una carezza è la via migliore per stabilire un contatto pacifico. Fino a interagire con lui, permettendogli di sedersi sulle gambe e accarezzandolo al contempo, offrendo al micio la possibilità di farsi avvolgere dal calore rassicurante del nuovo amico umano, come una sorta di marsupio virtuale.

=> Scopri il rifugio che cerca volontari


Amicizia

Quando il micio avrà imparato a conoscere il nuovo spazio sarà possibile creare una connessione con gli altri quadrupedi di casa, introducendolo gradualmente alla loro presenza. In un primo momento con un piccolo cancello come elemento di divisione tra di loro, offrendo a tutti crocchette e cibo per rendere piacevole la convivenza reciproca. Ma anche scambiando i rispettivi alloggi o lettiere, per permettere a entrambi di conoscere nuovi odori e nuove presenze. Accogliere un trovatello anche per un breve periodo lo aiuterà a rientrare in gattile in modo più sereno, ma potrebbe anche aprirgli le porte di casa per un’adozione definitiva e duratura.

23 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento