Un’avventura particolare quella vissuta dalla proprietaria di un appartamento a Oderzo, in provincia di Treviso, la quale ha subito l’intrusione di un ladro piuttosto agile. La donna, mentre era al lavoro, aveva lasciato l’abitazione in custodia al fidanzato. L’uomo era davanti al PC mentre stava lavorando ma non poteva sentire nessun rumore esterno, perché indossava le cuffiette. Non era però l’unico presente: nell’alloggio vivono altri due coinquilini, ovvero i gatti della donna che in quel momento si stavano godendo il meritato relax casalingo.

Nella tranquillità più totale, mentre era assorbito dal lavoro, il giovane non si è accorto degli avvenimenti che si stavano svolgendo fuori dalla casa. Una coppia di ladri si stavano organizzando per entrare dentro l’abitazione: mentre uno faceva il palo, l’altro molto agilmente si arrampicava lungo la grondaia del palazzo. Dimostrando doti da vero acrobata, aveva raggiunto facilmente il terrazzo della casa. Quindi la porta della cucina di cui ha scardinato l’infisso con un piede di porco. Nonostante il fidanzato della donna fosse assorbito dalle cuffiette, i due gatti di casa si sono subito messi in allerta spaventati dall’intrusione.

Come vere sentinelle hanno cercato di allertare il ragazzo correndo più volte lungo il corridoio, con tanto di salti e balzi per attirare l’attenzione. Il comportamento piuttosto anomalo ha destato l’attenzione del ragazzo che ha lasciato la postazione e, virando fuori dalla stanza, si è trovato faccia a faccia con il ladro. Non perdendosi d’animo ha cercato di acciuffarlo ma il malvivente si è dato alla fuga, scappando e ripercorrendo al contrario tutto il tragitto. Il fidanzato della proprietaria di casa ha quindi lanciato ai due ladri un vaso preso del terrazzo, cercando di fermarli, ma questo ha destato la curiosità dei vicini che sono riusciti a segnare qualche numero della targa.

Ora polizia ha già effettuato i rilievi del caso e attivato tutte le procedure, ma la coppia deve ringraziare i due coraggiosi gatti di casa. I due felini non hanno dimostrato timore alcuno e, come novelli cani da guardia, hanno dato l’allarme proteggendo così il loro territorio.

3 dicembre 2015
Fonte:
Lascia un commento