Gatti all’interno di un bar come elementi positivi contro lo stress. È la splendida iniziativa messa già in atto a Vienna, San Pietroburgo e in molte città del Giappone. Ma non a Totnes nel Devon, dove l’opportunità è osteggiata con forza da molte associazioni animaliste locali. La proposta dell’ex infermiera Liz Dyas, di casa nei pressi della cittadina inglese, non ha trovato molti sostenitori tra gli animalisti.

>>Scopri i cafè con gatti a San Pietroburgo

A quanto pare la Protezione Felini locale trova l’idea troppo pesante per i micioni. Gatti rinchiusi in uno spazio delimitato e magari troppo affollato da commensali e avventori: potrebbe essere un’iniziativa troppo stressante. È proprio la discontinuità dei presenti a rendere il tutto negativo per il benessere dei gatti.

>>Leggi del Neko Cafè in Giappone

Non la pensa così Liz Dyas, che ha rivolto la sua attenzione proprio a Totnes per la sua nomea di cittadina moderna. La sua visione alternativa e fresca poteva essere un incentivo positivo, proprio per la realizzazione dei cafè con all’interno i gatti. Un’usanza che all’estero ottiene un buonissimo riscontro, favorevole sia per gli animali che per lo stress dei clienti. Il numero ristretto di felini, a detta della donna, e la massima cura e attenzione, potrebbe garantire una buona riuscita.

>>Guarda i gatti nei bar di Vienna

Come sostiene lei stessa:

«L’obbiettivo è quello di ricreare uno spazio confortevole e positivo, sia per i clienti che per i gatti. Ma essere pionieri spesso è difficile. Spetterà alla gente esprimere un parere, quando potrà frequentare il locale in prima persona».

Come affermano i gruppi animalisti è impossibile impedire la costruzione del locale, ma gli amanti dei gatti non accoglieranno bene il tutto. Del resto chi possiede un micio è consapevole quale sia il suo stile di vita, quanto possa essere solitario e riservato e quanto possa essere stressante un luogo frequentato da troppa gente.

18 marzo 2013
Fonte:
BBC
I vostri commenti
sara, mercoledì 5 febbraio 2014 alle17:10 ha scritto: rispondi »

Anche a me non sembra un'idea nel rispetto della natura felina. I gatti amano dormire e starsene tranquilli. non si possono trattare come soprammobili alla portata di tutti. Certamente però mi piacerebbe molto andare al bar e poter fare qualche coccola a un bel micione. In una scuola dell'infanzia dove lavoro c'è un gatto che s'è ormai abituato da anni alla presenza assidua e rumorosa di tanti bambini e se la dorme beato sulla sua copertina sul termosifone...quindi,forse, dopotutto anche i gatti possono abituarsi a diversi stili di vita.

Lorena Gatto, martedì 7 maggio 2013 alle15:57 ha scritto: rispondi »

Trovo l'idea pessima. I gatti sono territoriali, avere tra i piedi degli estranei li renderebbe nervosi e isterici. Non parliamo poi delle carezze, date a tutte le ore anche da persone che non sanno come ci si comporta con un gatto.

Lascia un commento