È la città che non si ferma mai, neppure di notte, e possiede una delle linee metropolitane più frequentate del mondo, con scambi e intrecci senza fine. Parliamo di New York, la città sempre sveglia e operativa. Il fermento che la caratterizza raramente trova pause di riflessione e momenti di pace. Per questo lo stop forzato del 29 agosto della metropolitana, di ben due ore, ha creato scompiglio. Nulla di grave e triste, ma il fermo è stato causato da due teneri e intrepidi gatti.

I due piccini si sono spinti lungo i binari della stazione di Church Avenue di Brooklyn, dove passano le affollate linee B e Q, creando confusione. Segnalati dai passanti sulla banchina, hanno messo a dura prova la pazienza degli operatori della MTA, l’azienda che gestisce i trasporti pubblici di New York, con i quali hanno ingaggiato un fuga tra i cunicoli e gli anfratti della stazione. Ma solo dopo due ore di tentativi falliti i due gattini hanno sventolato bandiera bianca, perché ingolositi da una ciotola di latte.

Come racconta anche il New York Post, la rocambolesca cattura a lieto fine ha salvato la vita ai gattini, ma messo a dura prova la pazienza dei pendolari. Molto contrastanti le loro reazioni, un’altalena tra consensi ed esclamazioni di rabbia pura. Qualcuno ha maledetto la presenza dei piccoli, frutto di una poca simpatia nei confronti dei felini, altri hanno lamentato l’impossibilità di giustificare il ritardo al datore di lavoro. Difficile convincere il capo che la reale causa dello stop erano due gattini.

Altri invece si sono detti felici dell’esito e solidali con le operazioni di salvataggio. Ora i piccoli sono al sicuro dalla metropolitana, dopo una visita approfondita dal veterinario attendono una nuova casa. Per loro si sono aperte le porte dell’adozione e di sicuro, vista la fama conquistata, non mancheranno le candidature.

2 settembre 2013
Fonte:
Lascia un commento