Uno dei problemi di salute più frequenti del gatto è l’ingestione accidentale di pelo. Un fatto pericoloso perché accumulandosi nello stomaco e nell’intestino si formano delle vere e proprie matasse, che possono portare al blocco della digestione o addirittura all’infarto gastrointestinale.

Impedire al micio di ingoiare i propri peli è praticamente impossibile, perché l’animale è naturalmente spinto a leccarsi il corpo per mantenere la sua igiene, ma ci sono dei rimedi casalinghi che possono ridurre l’eventualità di conseguenze rischiose. La lista è stata elaborata dagli esperti di PawNation e, ovviamente, i consigli qui riportati non devono mai essere utilizzati come sostituto esclusivo dei consigli di un veterinario.

  1. Balsamo: sebbene il gatto non sia un amante dell’acqua, si può utilizzare un balsamo per la cura del suo manto. In commercio ve ne sono di specifici, ma si può sfruttare anche quello che si ha in casa purché sia neutro. Eliminando secchezza ed elettricità statica, riduce la perdita del pelo sotto l’azione della lingua;
  2. Sardine: la saggezza popolare vuole nelle sardine un valido rimedio per l’intasamento dello stomaco. Si può quindi optare per offrire al gatto sardine una volta al mese: l’efficacia non è garantita, ma di certo male non gli faranno;
  3. Olio di cartamo: pare che anche l’olio di cartamo abbia effetti benefici sulla caduta del pelo felino. Qualora il gatto lo gradisse, una volta al mese si può mescolare un cucchiaino alla normale pappa;
  4. Salviettine inumidite: dopo spazzola e forbici, quest’ultime solo se si fosse soliti accorciare il pelo del gatto, è utile passare una salviettina umidificata anallergica su tutto il corpo dell’animale. Attrarrà a sé tutti i peli morti e quelli non rimasti imprigionati nella spazzola;
  5. Zucca: pare che la zucca, sebbene non graditissima dai felini, provochi nei gatti uno svuotamento molto rapido dell’intestino. Una soluzione molto valida in caso si sospettasse una leggera occlusione;
  6. Fibre: così come negli umani, anche nei gatti le fibre hanno un ruolo fondamentale nella cura di stomaco e intestino. Vi sono in commercio tanti prodotti già confezionati ricchi di fibre, mentre è meglio evitare i cereali che solitamente gli umani utilizzano per la colazione;
  7. Lubrificanti: un apparato digerente lubrificato è maggiormente capace di eliminare le palle di pelo. Con regolarità, allora, si unisca un cucchiaino di olio extravergine alla pappa del gatto. Paw Nation consiglia anche la vaselina a questo scopo, ma l’ingestione potrebbe non essere salutare, meglio quindi evitare.

6 dicembre 2012
Fonte:
I vostri commenti
mirella, venerdì 11 ottobre 2013 alle13:59 ha scritto: rispondi »

salve ..il mio gatto fine luglio gli è stato diagnosticato un linfoma sul addome ...non volendo infierire con altri esami il veterinario gli ha fatto fare un ciclo di cortisone e che sicuramente dopo una 15 di giorni il mio gatto sarebbe morto .allora il mio gatto ha reagito male al cortisone, un giorno si e un giorno no vomitava..alla fine di agosto mi ha detto di smettere...cosi fino a 15 giorni fa, quando glielo portato da vedere, mi ha fatto fare una cura di antibiotici e di un integratore...dopo tutto queste cure il mio gatto è stazionario mangia poco e solo un certo tipo di mangiare...ah dimenticavo il mio micio ha due anni ,,,,volevo sapere se ho fatto la cosa giusta e non sono andata avanti con gli esami avendo fatto una radiografia ecografia e due aghi aspirati.... e poi siamo a ottobre e il mio gatto e ancora qui ..grazie

luc ia frangi, domenica 25 agosto 2013 alle14:51 ha scritto: rispondi »

gradirei dei consigli riguardo al vomito perche' il mio gatto ne soffre da parecchio e non si riesce a trovare una cura giusta. grazie.

Lascia un commento