I gatti da sempre occupano un posto speciale nel cuore delle persone, molto spesso preferiti ai cani come compagni di affezione. Ma prima di decidere se accoglierne uno in casa, è importante conoscere alcune informazioni a riguardo, dati sensibili che non tutti rammentano. Così da seguire un percorso più consapevole per rendere questo nuovo ingresso maggiormente voluto e sentito. Indipendentemente dalla razza o meno di appartenenza, il micio mostrerà da subito una certa indipendenza, sarà lui a possedere il proprietario e non il contrario. L’umano sarà per il felino una sorta di assistente in grado di divertirlo, contemporaneamente nutrirlo e accudirlo. Lui ripagherà con effusioni e fusa ma anche svolgendo il ruolo di sveglia, magari alle cinque del mattino per ricevere il primo pasto della giornata.

È bene abbandonare l’idea di una casa priva di peli e intonsa, tessuti lisci e puliti e mobili privi di graffi. Non è una regola automatica, ma i felini sono portati a rifilarsi le unghie su ciò che gli capita a tiro, per questo un tiragraffi potrebbe tornare utile. E se la lettiera per i bisogni sarà posizionata in bagno potrà risultare automatico spartire lo stesso spazio, magari in un momento di privacy reciproca. Ma, in qualità di membro ufficiale della famiglia, questa situazione diventerà presto parte integrante della routine casalinga con il gatto.

Ovviamente bisognerà considerare qualche spesa in più per il cibo, le visite e le vaccinazioni di prassi e qualche medicinale. Quindi tener presente un interesse preponderante nei confronti del cibo disposto nel piatto posto in tavola, che potrebbe catturare maggiormente l’interesse di Fufi a discapito di ciotola e croccantini. Prima di accogliere un gatto, magari un esemplare salvato dal gattile di zona, potrà risultare utile documentarsi su abitudini, comportamenti e necessità classiche del felino. Tenendo presente che ogni animale possiede una propria predisposizione, un carattere e un’indole personale. Ma che condividere la casa con un gatto sarà un’emozione importante di cui non si potrà più fare a meno.

21 marzo 2016
Fonte:
I vostri commenti
bosco gianfranco, giovedì 24 marzo 2016 alle2:29 ha scritto: rispondi »

Creature Meravigliose Affascinanti e Misteriose, sanno comunicare il loro amore verso di noi con grande trasporto, non è vero che vivono bene anche da soli !!!!!! Ci cercano e ci dimostrano sempre la gioia di vederci girare per casa,.quando li chiami sembra che non capiscano ma invece sanno benissimo che ti rivolgi a loro ,ma semplicemente fanno orecchie di mercante !!!!!!! Potrei scrivere ancora per ore parlando di questi FELINI che ho la fortuna di avere felicemente in casa !!!!

Franco Capua, lunedì 21 marzo 2016 alle21:30 ha scritto: rispondi »

Quello che dà in termini di affetto un micio non ha prezzo! E' qualcosa che nella comunicazione tra esseri umani e felini va oltre le parole ed approda nel linguaggio dei sentimenti, i più nobili! Il Rispetto e l'Affetto devono sempre essere alla base di questo Dialogo.

Antonio Calabresi, lunedì 21 marzo 2016 alle21:11 ha scritto: rispondi »

In tutto questo scritto c'è un grano di verità, ma solo un grano...È necessario avere un tiragraffi, assolutamente, ma quanto al resto, non direi. Ai gatti piace molto dormire, e ciò non vuol dire affatto che ti sveglieranno ad una qualunque ora, anche se prima della maturità sono molto attivi, ma in genere solo allora e di tanto in tanto. In più dei croccantini, andrà bene dare sempre del buon cibo in scatola, due volte al giorno, ed avere i croccantini, come l'acqua fresca, disponibili a qualunque ora. A moltissimi gatti, infatti, piace fare dei piccoli pasti invece dei tre classici delle persone, e non è poi necessariamente vero che ai nostri felini va (o fa bene) mangiare il cibo nostro. Dei giocattoli farebbero sempre bene, anche se rimediati da calzette vecchie, ma pulite, od altro. Le vaccinazioni, poi, sono importantissime, e vanno fatte ogni anno. Per il benessere di tutti, infine, una visita dal veterinario per castrare i maschi e fare togliere le ovaie alle femmine è di rigore, ma ciò dev'essere fatto senza fallo dal veterinario--- si fa una volta sola, si evita la sovrappopolazione e si incoraggia la docilità ed anche, direi, l'affetto verso gli altri membri della famiglia, persone incluse...

Lascia un commento