I gatti sono animali particolarmente attenti a profumi e odori, grazie a un raffinatissimo e molto sviluppato senso dell’olfatto. Per questo motivo, vista l’elevata predisposizione e l’incredibile dono, è alquanto bizzarro osservarli mentre annusano con costanza le nostre scarpe. In particolare dopo un’intera giornata, magari estiva, che può regalare sfumature olfattive piuttosto marcate. Nonostante l’appartenenza a un rango molto esclusivo, l’amico gatto pare non disdegnare questo genere di annusatine, che replica con particolare frequenza al nostro rientro a casa.

Come sostengono gli esperti del National Geographic, gli odori svolgono un ruolo importante in natura: calzano le sembianze di veri e propri messaggi. Le suole delle scarpe, spesso maleodoranti, trasmettono segnali precisi al naso del gatto. Non solo il profumo dei nostri piedi ma anche effluvi collaterali, magari di altri animali che hanno avuto l’ardire di strusciarsi contro le gambe del proprietario. Annusando il gatto analizza e immagazzina, quindi sfregandosi contro il piede marca nuovamente il territorio.

Del resto l’abitazione, per un gatto di casa, è il territorio da proteggere e segnare. Ogni odore estraneo, ogni profumo diverso dovrà ricevere un’annusata precisa e prolungata. In questo modo potrà riconoscerlo e renderlo familiare al proprio naso. Strusciandosi sulle nostre scarpe, sui nostri piedi, il micio rilascia feromoni, cioè odori particolari utile a circoscrivere il luogo di appartenenza. Possono essere emessi dalle guance, dal mento ma anche dalle zampe che contengono queste ghiandole particolari.

Il voler marcare le scarpe sottolinea la necessità del micio di dichiararsi proprietario del luogo, in particolare nei confronti di odori e profumi giunti dall’esterno. Le scarpe sono un ponte di comunicazione tra l’interno casa e la strada, specialmente per un animale che non ama uscire dalle mura domestiche. L’interazione con le calzature si rende perciò necessaria, spingendo Fufi ad annusarle per scrutare segnali di eventuali rivali, quindi lasciando a sua volta la firma personale.

24 giugno 2014
I vostri commenti
Enzo R.48, martedì 24 giugno 2014 alle19:41 ha scritto: rispondi »

Va osservato, tra l'altro, che i gatti sono generalmente attratti dall'odore della valeriana che è assai simile a quello delle scarpe maleodoranti.

Lascia un commento