La lingua del gatto svolge un compito indispensabile nella vita di questo amatissimo amico di affezione, non solo come parte integrante del dialogo fatto di versi e miagolii. Ma anche per le incombenze del quotidiano, divenendo strumento per cibarsi, esprimere affetto, pulirsi, testare l’ambiente circostante e anche cacciare. A differenza di quella canina, la lingua del micio appare più ruvida, con un numero di papille gustative molto inferiore rispetto a quelle dell’uomo, tanto da non riconoscere il gusto dolce. Nonostante le dimensioni ridotte, è fondamentale per la quotidianità del felino di casa: è un supporto costante e può svolgere un ruolo utile nel testimoniare la sua salute.

Pulizia e calore

Il ruolo primario della lingua felina è quella deputato alla pulizia del pelo che, per il suo benessere, deve essere spazzolato con costanza per evitare la formazione delle palle di pelo. Con la lingua il micio pulisce il manto, elimina sporcizia, attiva la circolazione e doma i peli ribelli, ma regola anche la propria temperatura. Non possedendo ghiandole sudoripare lungo il corpo, se non sulle zampe, Fufi si rinfresca umidificando e bagnando il pelo.

=> Scopri il linguaggio del gatto


Emozioni e affetto

Il gatto usa la lingua anche come strumento per esternare ciò che prova, sia nei confronti dei suoi simili che dell’uomo, ad esempio leccando la testa dei propri piccoli oppure la mano del proprietario. Nel primo caso il gesto denota protezione, nel secondo affetto, ma può significare anche invito al gioco o marcamento del territorio: il gatto passa il suo profumo sul proprietario identificandolo come parte del suo branco. Può muoverla forsennatamente lungo la bocca, il muso o il corpo stesso, sottolineando una forma di ansia, stress e paura verso qualcosa che lo spaventa e turba.

Alimentazione

La lingua serve per cibarsi e bere, grazie alla sua struttura particolare e all’elevata dinamicità. La superficie è ruvida e questo favorisce la rapida raccolta dell’acqua, ogni leccata è così veloce da permettere il recupero del liquido prima che ricada nella ciotola. Questa conformazione consente l’aggancio rapido del cibo, come accade al cugino leone, che riesce a strappare la carne dalle ossa delle prede con maggiore facilità. Del resto la superficie della stessa è caratterizzata dalla presenza di speciali papille filiformi, che appaiono curvate verso l’interno della bocca, come piccoli uncini che migliorano la presa.

=> Scopri quando non dare latte al gatto


Ambiente

Non solo strumento per salute e alimentazione, ma elemento utile per sondare il mondo che circonda il gatto. L’animale testa letteralmente superfici, prodotti, ambiente e aria, per questo spesso l’azione può rivelarsi pericolosa per il suo benessere. Se si vive con un gatto curioso è importante nascondere sotto chiave articoli tossici e liquidi pericolosi, ma anche sostante non commestibili o cibi non adatti al suo intestino. In caso ingerisse qualcosa di non idoneo, è necessario consultare immediatamente il veterinario, magari raggiungendo lo studio medico di fiducia per una visita d’urgenza.

5 ottobre 2017
Immagini:
Lascia un commento