Sono immagini di vera e propria sofferenza, quelle che provengono dalla Cina e vedono protagonista una disperata gatta. Ampiamente condivise sui social network, dove la notizia sta sollevando una diffusa indignazione, le fotografie mostrano il felino nel tentativo di rianimare i suoi cuccioli, brutalmente uccisi da un folle. Il responsabile, non ancora identificato, sembra abbia usato una lama affilata, anche decapitando alcuni dei piccoli.

La triste scena è stata scoperta da un’anziana, una donna che da qualche tempo si occupa dei gatti randagi e delle colonie feline nei pressi della città di Xi’an. L’appassionata di felini qualche giorno fa aveva scoperto la gatta in compagnia dei suoi cuccioli, ancora molto piccoli tanto da avere gli occhi non completamente aperti. Così ha deciso di predisporre una piccola scatola, dove l’animale e i suoi piccoli potessero trovare protezione e riposo. Tornata sul luogo cinque ore più tardi, così come da sua consuetudine quotidiana, l’anziana si è però vista costretta a fronteggiare una scena del tutto tragica.

Rinvenuti tutti i cuccioli uccisi, alcuni dei quali addirittura decapitati, la madre non sembra aver voluto cedere facilmente alla realtà. La micia, infatti, è rimasta per ore accanto ai corpi senza vita dei suoi piccoli, leccandoli di continuo e scaldandoli con il proprio corpo, nella speranza vana potessero riprendere conoscenza.

Secondo quanto riportato dalla stessa anziana, la polizia locale non sembra aver manifestato eccessivo interesse nella risoluzione del caso, tanto che l’anonimo killer non è stato ancora identificato. Nella zona, inoltre, pare non siano presenti delle telecamere di sicurezza, per l’analisi dei video e l’eventuale identificazione del responsabile. La storia, pubblicata dai media locali e conseguentemente sui social network, ha generato una forte indignazione tra gli appassionati di felini di tutto il mondo, i quali hanno richiesto maggiore impegno dalle autorità per la protezione delle colonie feline urbane.

17 giugno 2016
Fonte:
Lascia un commento