Si è spesso parlato dei rapporti unici tra alcune specie animali fra loro diverse, ma la notizia che proviene oggi dalla Romania è sicuramente singolare: una gallina ha adottato un gruppetto di gattini. Certo, non li può allattare e nemmeno alimentare, ma questa chioccia si comporta come una vera mamma: impedisce che i mici si allontanino, li tiene raggruppati e li punisce quando non si comportano correttamente. E il fatto simpatico è che la mamma biologica, una paziente e rassegnata gatta, non è scomparsa dalla cura dei suoi piccoli.

Evidentemente la gallina ha pensato che la gatta potesse aver bisogno di un aiuto e così, non appena la micia si allontana dal piccolo anfratto dove i gatti han trovato rifugio, la chioccia si fionda a proteggere i cuccioli. E, quando viene sera e inizia a far freddo, li riscalda coprendoli con le proprie ali.

Non così entusiasta è la madre biologica che, in questa fattoria del sud della Romania, ha ormai perso ogni speranza. Vi è un po’ di gelosia tra la micia e la gallina, tanto che non è raro vederle litigare a colpi di graffi e beccate. A quanto pare, sarebbe proprio la gallina l’attaccabrighe, perché sembra voler redarguire la gatta per eventuali comportamenti che non ritiene consoni nella cura dei piccoli. Una vera e propria suocera, nel senso più metaforico del termine, dotata di ali.

I gattini, invece, sembrano apprezzare questo surplus di attenzioni nei loro confronti. Avere due mamme è sicuramente comodo, soprattutto quando una di queste funge da comodissimo letto per sonnellini durante la giornata. Chissà che, da adulti, questi gatti non perdano l’istinto di cacciare uccelli e altri volatili.

30 luglio 2012
Lascia un commento