Gac: proprietà e come si mangia

Il gac è il frutto della Momordica cochinchinensis, una pianta molto diffusa in tutte le aree del sudest asiatico, dalla Cina fino al nord dell’Australia, passando per la Thailandia, il Laos, la Cambogia e il Vietnam.

Il frutto maturo, caratterizzato da una intensa e vivida colorazione arancione che schiarisce durante la maturazione, ha forma rotonda o oblunga e raggiunge i 10-13 cm di diametro. La superficie esterna, detta epicarpo, è coperta da piccole spine. La polpa interna, che costituisce l’esocarpo del frutto, è arancione e rappresenta la porzione commestibile del frutto: il sapore è delicato e somiglia a quello del cetriolo. All’interno del frutto si trovano anche numerosi semi, anch’essi commestibili, e vengono impiegati per la preparazione dell’olio.

Nelle terre di origine è molto apprezzato e tradizionalmente servito in occasione di feste, cerimonie e ricorrenze. Tra tutte le preparazioni, una delle più comuni e conosciute è lo Xoi Gac, a base di riso e polpa di gac.

=> Scopri le proprietà dell’akebia


Solo in tempi recenti il frutto è stato commercializzato al di fuori delle zone di produzione: si trova fresco nei mercati di frutta esotica, oline oppure sotto forma di succo o integratori alimentari, poiché l’estratto della sua polpa è ricco di carotenoidi antiossidanti. Vediamo quali sono le proprietà nutrizionali e benefiche del frutto e come si mangia.

Gac: caratteristiche nutrizionali

Questo frutto, come tutti gli altri vegetali di colore arancione, è caratterizzato da un elevato contenuto di carotenoidi, in particolare betacarotene e licopene. Questi antiossidanti naturali sono presenti anche negli estratti del frutto, a tutti gli effetti considerati come veri e propri integratori.

Alcuni studi condotti in Vietnam hanno dimostrato che i bambini nutriti con riso e gac avevano nel sangue una maggior concentrazione di betacarotene, precursore della vitamina A, rispetto agli altri. In merito al contenuto di licopene, è interessante sottolineare che il gac ne contiene fino a 70 volte di più del pomodoro. Una recente ricerca scientifica condotta in Finlandia ha confermato che una dieta ricca di licopene, e di alimenti che lo contengono, è efficace nel ridurre il rischio di soffrite di ictus. L’olio che si ricava dalla spremitura dei semi ha un’elevata concentrazione di acidi grassi monoinsaturi.

=> Scopri le proprietà dei pomodori


Alcuni studi preliminari, condotti più di una decina di anni fa, hanno rilevato nel gac la presenza di proteine efficaci nella riduzione della crescita della massa tumorale. Il dato incoraggiante, tuttavia, è da verificare con ulteriori approfondimenti scientifici che portino anche a isolare la molecola attiva in questione.

Gac: come si usa

Il gac si consuma come frutto fresco: la polpa morbida può essere raccolta con un cucchiaio. La buccia esterna non è commestibile, mentre lo sono i semi che, tuttavia, vengono più che altro impiegati nei territori di origine per l’estrazione dell’olio.

Xoi Gac: ricetta

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di riso glutinoso;
  • 340 g di polpa di gac;
  • 1 cucchiaio di olio cocco;
  • 100 g di zucchero.

=> Scopri le proprietà dell’olio di cocco


Risciacquate il riso abbondantemente, quindi copritelo con acqua fredda e fate riposare per 5-6 ore. Successivamente, scolate e trasferite in acqua tiepida, fate riposare altre 2-3 ore, poi scolate. Mescolate il riso reso appiccicoso con la polpa di gac e fate riposare per circa 30 minuti. Unite lo zucchero, mescolate adeguatamente e infine cuocete a vapore per 10-15 minuti, quindi condite con e servite.

Il riso glutinoso, detto anche riso appiccicoso, è una varietà tipica dell’Asia, comunque priva di glutine nonostante il nome.

26 settembre 2017
Lascia un commento