G20, il WWF chiede interventi per clima e sviluppo

Il WWF chiede che i cambiamenti climatici e lo sviluppo umano siano messi all’ordine del giorno durante il G20 di Cannes. Non solo la crisi finanziaria che sta colpendo governi e banche di tutto il mondo nell’agenda dei “grandi”, ma anche temi che rappresentano una priorità per evitare nuovi e più devastanti disastri ambientali e umanitari.

L’associazione chiede maggior impegno anche nel settore sociale, spesso non tenuto in adeguata considerazione, così come quello dei mutamenti nel clima:

L’attuale crisi non è solo finanziaria ma anche una crisi sociale e ambientale, con milioni di persone che perdono il lavoro e un’infinità a cui manca l’accesso a cibo, acqua ed energia, una situazione aggravata dai cambiamenti climatici.

Le soluzioni, sempre riportando quanto contenuto nel comunicato stampa diffuso dal WWF, sono già pronte ed efficaci. L’unico elemento che mancherebbe riguarda l’assenza di “un’adeguata leadership politica. Queste le proposte avanzate dall’associazione ambientalista:

– Fonti innovative di finanziamento per il clima e lo sviluppo, anche attraverso una tassa globale sulle transazioni finanziarie e su un prelievo nei trasporti marittimi e aerei internazionali.

– Un impulso vero per l’attuazione dei precedenti impegni assunti al vertice di Pittsburgh per la graduale eliminazione dei sussidi ai combustibili fossili a favore di investimenti in energia pulita accessibile per tutti (secondo l’OCSE, nel solo 2010 sono stati spesi 500 miliardi di dollari per sussidi ai combustibili fossili).

– Massicci investimenti nelle economie verdi, utilizzando parametri che vadano oltre il PIL in modo da poter misurare davvero i progressi verso lo sviluppo sostenibile (per esempio indicatori di sviluppo sostenibile, PIL verde o indicatori di “Genuine Saving”, ovvero il tasso di risparmio netto che comprenda l’esaurimento delle risorse e il degrado ambientale).

3 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento