Un autobus che si guida da solo, in grado di districarsi nel traffico cittadino ottimizzando il consumo di carburante e riducendo le emissioni, potrebbe rivoluzionare i trasporti pubblici urbani. A sviluppare il mezzo sostenibile ribattezzato Future Bus è stato il gruppo Daimler.

L’autobus a guida autonoma è già stato testato con successo ad Amsterdam, in Olanda, su una corsia riservata al transito dei mezzi pubblici. La tratta di 20 chilometri percorsa nel test è quella coperta dalla linea Bus Rapid Transit (BRT) che collega l’aeroporto di Schiphol alla città di Haarlem. Il percorso non è stato scelto a caso come terreno di prova. La tratta è costellata da numerosi tunnel e da diversi incroci con semafori.

La tecnologia brevettata dalla Daimler è dotata di un innovativo sistema di guida autonoma ribattezzato CityPilot. L’intelligenza artificiale si serve di potenti sensori, radar a lungo e corto raggio, diverse telecamere e di un navigatore satellitare GPS. I software sono in grado di analizzare le caratteristiche del percorso, stabilendo se è adatto o meno alla guida autonoma.

Se ottiene un riscontro positivo il sistema avvisa l’autista dell’autobus, che può così inserire senza rischi il pilota automatico, in grado di sterzare, frenare e portare a termine la corsa in modo totalmente indipendente. Il sistema è inoltre in grado di riconoscere i percorsi extraurbani incrementando la velocità del mezzo, fino a un massimo di 70 chilometri orari, quando si abbandonano i centri abitati.

Per garantire la sicurezza stradale e l’incolumità dei passeggeri, il CityPilot è progettato per disattivarsi quando il conducente dell’autobus decide per qualsiasi ragione di riprendere il controllo del mezzo. Qualsiasi manovra compiuta dall’autista disabilita il pilota automatico all’istante.

Per realizzare il CityPilot gli ingegneri della Daimler hanno sfruttato le tecnologie per l’assistenza alla guida già in dotazione ad alcuni modelli della Mercedes-Benz. La Daimler Truck ha contribuito al perfezionamento della tecnologia adattandola ai percorsi cittadini.

Secondo gli sviluppatori il Future Bus offre ai passeggeri un’esperienza di viaggio migliore perché evita le frenate brusche. Il pilota automatico è in grado di adottare una guida ecologica, che riduce la pressione sul motore e limita l’inquinamento atmosferico.

20 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento