Se siete tra quelli che seguono con interesse il dibattito attorno alla fusione fredda, non potrete che gioire a questa notizia: lo studio sulle reazioni LENR sta iniziando a godere dell’attenzione scientifica che probabilmente merita.

Lo prova il fatto che alla prossima conferenza ISEO-WSEC (World Sustainable Energy Conference) che si terrà a Ginevra tra il 10 ed il 12 gennaio, tra gli interventi richiesti ce ne sarà anche uno sulla fusione fredda. Relatore d’eccezione, il prof. Francesco Celani, da tempo attivo nel settore, tanto da avere in passato chiesto ad Andrea Rossi la possibilità di testare il suo E-Cat – ricevendo un gentile, ma deciso rifiuto.

Il blog di Daniele Passerini dà la notizia con un’enfasi notevole, probabilmente a ragione: stiamo parlando pur sempre di una conferenza che si terra sotto l’egida dell’ONU (ma anche di enti non governativi come WWF o Greenpeace). In più, dato la conoscenza reciproca fra Passerini e Celani, il blogger italiano ci mette a disposizione anche l’abstract del discorso che verrà tenuto dal fisico italiano.

Leggendolo, non notiamo nulla di nuovo sotto il sole: solo la consapevolezza che, anche grazie ad Andrea Rossi, la coscienza dell’importanza delle LENR è cresciuta globalmente, iniziando ad ottenere credito persino in quel mondo accademico che probabilmente l’aveva sempre archiviata alla voce “bufala”.

Ci sentiamo, ad ogni modo, di precisare come la partecipazione di Celani alla conferenza sia sì un evento importante, ma tutt’altro che la prova definitiva della validità del lavoro di Andrea Rossi.

5 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento