La fusione fredda sbarca alla Sapienza di Roma. Ebbene sì, nel tempio universitario della Capitale si terrà una conferenza sul tema, con ospiti alcuni dei maggiori protagonisti del dibattito mondiale (che spesso coincidono con il top di quello nazionale).

Certo mancherà Andrea Rossi e l’E-Cat resterà, probabilmente, ai margini della discussione. Mancheranno anche professori come Focardi e Levi che un ruolo importante stanno giocando attorno al reattore della Leonardo Corporation. Ma, nonostante ciò, la platea potrà vedere alternarsi dietro la cattedra tutto il gotha del settore LENR: M. Scalia (CIRPS), Y. Srivastava (INFN, UniPG), S. Bartalucci (INFN, Frascati), F. Celani (INFN, Frascati), U. Mastromatteo (STMicroelectronics), A. Widom (Northeastern University, Boston), V. Valenzi (Centro Studi Biometeorologia), G. Huber (SKINR University of Missouri, USA), M. McKubre (SRI International, Stanford, USA) e V. Violante (ENEA, Frascati).

>>Leggi l’ultima intervista esclusiva di GreenStyle ad Andrea Rossi

Probabilmente le persone più attese sono Srivastava e Celani, con quest’ultimo che porterà i risultati sperimentali della sua cella.

Come nota Passerini sul suo blog, la vera novità è il fatto che si incontreranno due scuole diverse: quella che ha sperimentato la reazione Nichel-Idrogeno (la stessa in uso nell’E-Cat) e quella che lavora su reazioni LENR tra Deuterio e Palladio.

A prescindere da ciò, si tratta di un’occasione importante per scoprire le ultime novità di questa controversa ricerca. Come GreenStyle cercheremo di seguire il più da vicino possibile l’evolversi degli eventi.

L’appuntamento è per il 5 giugno. Una prima seduta si avrò la mattina alle 10.30, presso il CIRPS (Saletta del Chiostro) in via Eudossiana n. 18. La seconda sarà presso il Dipartimento di Fisica G. Marconi (Aula Amaldi), situato nella cittadella della Sapienza in Viale Aldo Moro.

30 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
patrizio carrai, martedì 4 giugno 2013 alle22:19 ha scritto: rispondi »

ho provato a fare energia da una reazione elettrochimica particolare e credo che non si abbia fusione ma dismutazione atomica

Biffi Franco, venerdì 31 maggio 2013 alle9:10 ha scritto: rispondi »

Seguo Andrea Rossi da molti anni e spero propio che questa scoperta sia verificabile ripetibile!

Lascia un commento