Fusione fredda: Celani e i ragazzi dell’IIS Pirelli in cattedra a Roma

Francesco Celani e Yogendra Srivastava. Basterebbe fare questi due nomi per capire la qualità del convegno “Nuove energie nella Scuola” organizzato dal professor Ugo Abundo presso l’IIS Pirelli di Roma a cui abbiamo partecipato anche noi di GreenStyle. ugo abundo

Il contesto scolastico avrebbe potuto far pensare a un convegno “entry level”, ma non è stato così. La quantità e qualità di interventi che si sono susseguiti hanno offerto una panoramica dello stato dell’arte nelle ricerche scientifiche sulle reazioni nucleari a bassa energia, volgarmente dette fusione fredda. L’intervento più corposo e denso di dati è stato certamente quello di Celani, ben 40 minuti in cui il fisico ha offerto un quadro estremamente chiaro dei risultati raggiunti e degli ultimi esperimenti con il filo di costantana, un materiale commerciale di basso costo, robusto, facilmente reperibile e normalmente usato per le termocoppie.

Francesco Celani

Ma Celani, come detto, non è stato l’unico relatore di spicco, a sorpresa infatti era presente anche Yogendra Srivastava, uno tra i teorici più noti delle LENR che ha offerto un excursus che ha spaziato dalla macchie solari, alla produzione di neutroni osservata con i fulmini. Oltre a Celani e Srivastava però gli interventi più interessanti sono stati quelli degli studenti coordinati dal professor Abundo. I ragazzi, tutti studenti dell”IIS Pirelli di Roma, sotto la guida di Ugo Abundo e della professoressa Pieravanti hanno esposto metodi e risultati raggiunti nella realizzazione dell’Athanor, il reattore a fusione fredda open source. L’interesse verso l’esperimento degli studenti non riguarda tanto i dati offerti, anche se degni di nota, quanto la capacità di lavorare seriamente e con mezzi modesti su un progetto decisamente complesso e innovativo che nessuno si aspetterebbe venga portato avanti tra le mura di un istituto scolastico.

Studenti IIS Pirelli

Abundo e la professoressa Pieravanti hanno anche offerto ulteriori informazioni sul successore dell’Athanor cioè l’Hydrotron mostrandolo anche in funzione alla platea del convegno.

hydrotron

La giornata è stata talmente densa e lunga da renderne difficile una sintesi completa, per la quale rimandiamo al live blogging pubblicato sul blog 22passi di Daniele Passerini. Crediamo però di fare cosa gradita a quanti seguono il dibattito sulla fusione fredda e le LENR riportando per intero l’audio dell’intervento del professor Celani.

>> Ascolta l’audio dell’intervento del professor Francesco Celani

4 dicembre 2012
I vostri commenti
Vittorio, mercoledì 5 dicembre 2012 alle11:58 ha scritto: rispondi »

Caro Silvano, la fusione fredda è una meravigliosa realtà che solo i più ottusi (fra cui i nostri politici ) cercano in tutti i modi di fuorviare. Onore quindi ai vari Celani, Abundo, Rossi e quanti altri senza mezzi e contro lo status di chi ha tutto l'interesse che la cosa ritardi il più possibile. Il progresso comunque non si ferma, ci vorrebbe un parolina buona da parte della Santa Sede ( energia a buon mercato per i poveri del mondo ) e magari anche per noi, ciao e non disperare, Vittorio.

Vittorio, mercoledì 5 dicembre 2012 alle11:58 ha scritto: rispondi »

Caro Silvano, la fusione fredda è una meravigliosa realtà che solo i più ottusi (fra cui i nostri politici ) cercano in tutti i modi di fuorviare. Onore quindi ai vari Celani, Abundo, Rossi e quanti altri senza mezzi e contro lo status di chi ha tutto l'interesse che la cosa ritardi il più possibile. Il progresso comunque non si ferma, ci vorrebbe un parolina buona da parte della Santa Sede ( energia a buon mercato per i poveri del mondo ) e magari anche per noi, ciao e non disperare, Vittorio.

Silvano Ghezzo, martedì 4 dicembre 2012 alle21:42 ha scritto: rispondi »

Sinceramente non sono ancora riuscito a capire se la fusione fredda sia una colossale bufala o una meravigliosa invenzione. Ovviamente spero nella seconda ipotesi.

Lascia un commento