Potrebbero esserci le LENR nel futuro dell’alimentazione sostenibile degli aerei. A portare avanti questo fronte è Boeing che sembra intenzionata, con la collaborazione della NASA, a scoprire limiti e vantaggi della fusione fredda e in particolare delle reazioni nucleari a bassa energia come carburante alternativo. Interesse espresso nel “Subsonic Ultra Green Aircraft Research Phase-II: N+4 Advanced Concept Development”, documento che la Boeing Research and Technology ha preparato per il Centro Ricerca NASA di Langley.

Il documento inviato alla NASA da Boeing Research and Technology, elaborato con il supporto di Boeing Commercial Airplanes, General Electric e del Georgia Institute of Technology’s Aerospace Systems Design Laboratory, riporta le proiezioni al 2030-2035 dei concetti e delle tecnologie, tra queste appunto le LENR, che potranno rappresentare le novità per l’aviazione. La notizia del testo di Boeing segue di poco meno di due mesi le insistenti voci che vogliono l’ente spaziale USA al lavoro su velivoli “droni” alimentati con la fusione fredda.

Notevoli sembrano i vantaggi che le tecnologie nucleari a bassa energia potrebbero portare all’industria aeromobile. A cominciare da un risparmio sui costi, frutto di un ben più vantaggiosa densità di potenza dei motori LENR, che si aggirerebbe intorno al 33% rispetto ai normali carburanti. Inoltre verrebbero abbattute le emissioni di CO2 e diminuito di conseguenza l’impatto ambientale dei velivoli.

Alcune considerazioni contenute nel rapporto redatto da Marty K. Bradley e Christopher K. Droney di Boeing Research and Technology non escludono un difficile sviluppo per via dei rischi connessi con l’uso delle LENR:

Il gruppo ha riscontrato come il concetto LENR potrebbe portare enormi benefici, ma i rischi tecnici sono estremamente elevati. Rappresenterebbe ad ogni modo un importante passo avanti nella tecnologia nucleare che avrebbe un impatto significativo su tutta la struttura energetica in tutto il mondo.

8 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento