Fusione fredda: Celani annuncia test indipendenti su reattore

La storia della fusione fredda è un po’ così, sempre sorprendente: aspettavamo tutti notizie da Rossi sui test sull’Hot Cat messi in pratica da un team esterno alla Leonardo Corporation, invece a presentarsi con dati simili è stato Francesco Celani.

>> Ascolta l’intervento di Francesco Celani al convegno di Roma

Secondo quando dichiarato nel convegno di Roma appena avvenuto – e poi confermato con un’email al blogger Daniele Passerini, il suo reattore sarebbe stato preso in esame da un’azienda di settore terza – pare si tratti della STMicrolectronics.

A rendere l’evento particolarmente interessante, almeno due fattori decisivi:

  • Il fatto che i risultati siano energeticamente corrispondenti a quelli emersi dai test precedenti dello stesso Celani;
  • il fatto che sia la struttura del reattore, sia i metodi di misurazione siano stati piuttosto diversi da quelli dell’originale di Celani.

In altre parole, con un reattore diverso, ma che funziona sullo stesso principio, e diversi sistemi di calcolo e misurazione del calore prodotto, il risultato dei test sarebbe compatibile con quello dei test di Celani. E questo indicherebbe, se tutto ciò venisse confermato, un aumento esponenziale delle probabilità che il reattore LENR funzioni davvero.

Perché tutto ciò sia credibile, gli “autori delle misure”, per citare lo stesso Celani, dovrebbero però esporsi in prima persona, spiegando quanto ottenuto. Celani ci assicura che ciò avverrà prima del 15 dicembre.

Fonti: 22 passi, E-Cat News

6 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento