Furetti abbandonati e terrorizzati in una scatola

Mentre effettuava una semplice passeggiata, un uomo si è imbattuto in un ritrovamento anomalo, ovvero una scatola di cartone abbandonata per strada. Nulla di strano in apparenza, eppure il box conteneva due furetti particolarmente terrorizzati. Senza perdere un solo secondo, l’uomo ha condotto i piccoli presso il RSPCA Leybourne Animal Centre, nei pressi di West Malling in Inghilterra.

La struttura, specializzata nel recupero e cura di esemplari sofferenti, maltrattati e abbandonati, ha prontamente accolto i due animali. Lo staff li ha subito ribattezzati Wallace e Wendy, visitandoli e nutrendoli con cura. Dopo le cure di rito, i due piccoli sono stati introdotti in uno spazio confortevole, pieno di coperte e tessuti morbidi. La soluzione ideale per degli animali completamente spaventati.

=> Scopri i furetti scambiati per cani


Wallace era così traumatizzato dalla situazione tanto da non voler lasciare il suo giaciglio, cercando di accucciarsi il più possibile tra le coperte. Una decisione dettata dalla paura e dalla confusione del momento. Il piccolo ha preferito ripararsi per giorni, accoccolandosi fino a sparire tra i tessuti avvolgenti. Solo a distanza di tempo ha lasciato gradualmente la sua tana, iniziando a esplorare il nuovo ambiente. Come sostiene Janine Pemberthy, parte integrante della RSPCA, i due furetti avrebbero avuto vita breve perché incapaci di sopravvivere da soli. Per questo abbandonarli non è stata la scelta più logica.

=> Scopri come accudire un furetto


Analizzando le ferite a un occhio riportate da Wendy, lo staff crede siano stati gettati via senza ritegno, oppure utilizzati come prede per la caccia alla lepre. Di certo le ferite non sono autoinferte, ma frutto della negligenza umana. Lo staff si prenderà cura del loro recupero e della loro salute, fino a quando non avranno ritrovato la serenità e la fiducia persa. Quando l’associazione li considererà perfettamente socializzati e in forma, valuterà per loro una buona adozione, possibilmente di coppia. Per evitare ulteriori traumi e sofferenze dopo la brutta esperienza vissuta.

21 giugno 2017
Fonte:
Lascia un commento