Fumare sigarette rende il fisico più debole, studio spiega perché

Fumare sigarette può rendere più deboli perché danneggia i muscoli del corpo. Secondo uno studio internazionale condotto da ricercatori statunitensi, brasiliani e giapponesi, fra gli altri danni del fumo dobbiamo pure annoverare l’impatto diretto che esso ha sui muscoli del corpo.

Il fumo ridurrebbe il numero di vasi sanguigni dei muscoli delle gambe e limiterebbe la quantità di ossigeno e di sostanze nutritive che essi possono ricevere. La ricerca si situa sulla scia di altri studi precedenti, che hanno dimostrato come il fumo sia capace di rendere i muscoli più deboli perché i polmoni si infiammano e non riescono più ad esercitare bene la loro attività.

=> Leggi perché le sigarette elettroniche non aiutano i fumatori a smettere

Fumare ridurrebbe il flusso di sangue al cuore e limiterebbe le funzioni della capacità polmonare, facendoci provare più fatica durante la pratica dell’attività fisica. Adesso il nuovo studio, che ha eseguito delle analisi su animali da laboratorio, ha visto una riduzione del 34% nel rapporto tra capillari e muscoli dei polpacci.

=> Scopri perché fumare meno è inutile, ma è necessario smettere

Il tessuto muscolare degli animali esposti al fumo non veniva permeato come prima. Tutto ciò porta anche al rischio di contrarre malattie, come il diabete e la broncopneumopatia cronico ostruttiva. Gli esperti non sono riusciti a comprendere quale delle sostanze chimiche in particolare contenute nelle sigarette sia la principale responsabile di questi problemi. Ellen Breen, ricercatrice dell’Università della California, ha dichiarato:

È estremamente importante mostrare alle persone che fumare le sigarette ha conseguenze dannose su tutto il corpo, compresi i grandi gruppi muscolari necessari per compiere le azioni della vita quotidiana.

Questa ricerca ha rafforzato anche i numerosi dubbi emersi in seguito ad un altro studio compiuto presso l’Università di Milano, che ha rivelato come l’esercizio fisico sia in grado di aumentare la produzione di cellule di materia grigia nel cervello, fondamentali per il sistema nervoso. Se il fumo rende più deboli e più faticoso l’esercizio fisico, si potrebbero avere anche conseguenze a livello neurale, con ricadute sull’attività cerebrale.

25 maggio 2018
Lascia un commento