Fukushima: evacuata la centrale. Fumo grigio dal reattore 3

Aggiornamento: 21 marzo, ore 11:36: stando a quanto riportato dalla CNN sembra che del fumo si sia alzato anche dall’edificio che ospita il reattore 2.

Ieri la situazione a Fukushima sembrava sotto controllo, elettricità ristabilita e reattore 3 sotto osservazione dopo un aumento della pressione successivamente stabilizzatosi. Oggi invece sembra tornato l’allarme nucleare: l’agenzia Kyodo ha riferito di un’alta colonna di fumo che fuoriesce dal reattore 3.

Non si sa cosa abbia provocato la fuoriuscita di fumo, se si tratti di una manovra controllata o di un imprevisto, ma tutto il personale è stato evacuato dalla TEPCO.

Nel frattempo l’associazione Greenpeace torna a farsi sentire a gran voce chiedendo un piano di evacuazione completo che assicuri l’incolumità di tutti gli abitanti delle zone che eccedono il raggio di 30 KM disposto dalla autorità giapponesi.

L’associazione inoltre pone delle domande puntuali al governo nipponico:

Il governo ha riferito solo i dati sui tassi di dose radioattiva esterna, misurata in posti diversi. Tuttavia, le persone sono esposte anche al rischio di radiazione interna a seguito di inalazione e ingestione di particelle radioattive. Che informazioni possiede il governo sulla dose totale di radiazione alla quale la popolazione è esposta? Inoltre, quali dati possiede sulla contaminazione dell’aria?
Qual è l’esatta situazione del reattore 3 e delle piscine contenenti combustibile esaurito del reattore 4, a seguito dell’esplosione di idrogeno segnalato da JAIF alle 16.00 e alle 22.00 (ora giapponese) del 18 marzo?
Quanta radiazione è stata rilasciata in mare finora? Il governo sta monitorando la contaminazione sui pesci e sulle altre specie marine?

Domande che per ora non hanno trovato risposte chiare dalle autorità nipponiche a più di una settimana dall’incidente nucleare a Fukushima.

21 marzo 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento