Volkswagen prova a salire sul treno dell’idrogeno che vede già protagonisti alcuni marchi concorrenti e presenta al Salone di Los Angeles 2014 un prototipo basato sulla Golf nella variante con carrozzeria station wagon. La novità si chiama Volkswagen Golf SportWagen HyMotion e, stando a quanto dichiarato ufficialmente dal gruppo tedesco, dimostra di avere delle potenzialità molto interessanti.

Esternamente la vettura non si discosta da quanto offerto dalle altre Golf Variant, ma a fare la differenza è il sistema fuel cell capace di combinare idrogeno e ossigeno assicurando un’autonomia di propulsione di circa 500 chilometri, mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h è effettata in dieci secondi e sono necessari tre minuti per effettuare il pieno di carburante.

L’idrogeno è conservato in quattro serbatoi in fibra di carbonio sistemati nel sottoscocca della Volkswagen Golf SportWagen HyMotion e conferma la grande duttilità della piattaforma modulare MQB che fa da base a numerosi modelli del gruppo Volkswagen, abbracciando sistemi propulsivi tradizionali e adesso anche quelli dotati di tecnologia alternativa.

La Golf a idrogeno è stata realizzata interamente dal Volkswagen Group Research, che ha scelto di puntare sulla trazione elettrica per fornire alla vettura una potenza di 136 cavalli, appena sufficiente per un utilizzo quotidiano, ma che comunque è solo l’inizio in vista di una graduale diffusione di soluzioni tecniche a basso impatto ambientale sui modelli di serie.

20 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
dr massimo tonello, venerdì 21 novembre 2014 alle9:34 ha scritto: rispondi »

sono interessato all'acquisto; desidero conoscere: Prezzo punti di rinfornimento a Padova o dintorni e principali lungo autostrade rivendite o concessionarie con officina grazie

Leandro, giovedì 20 novembre 2014 alle22:59 ha scritto: rispondi »

una potenza di 136 cavalli, appena sufficiente per un utilizzo quotidiano,............... ma che cavolo vi siete fumati li in redazione

Lascia un commento