Combattere l’asma a tavola è possibile grazie alle fibre contenute in frutta e verdura. A sostenerlo uno studio condotto dal Dr. Benjamin Marsland dell’Università di Losanna in Svizzera e pubblicato su Nature Medicine, secondo il quale la protezione delle vie respiratorie da tale patologia potrebbe cominciare proprio dall’intestino.

Le fibre contenute negli alimenti più naturali per eccellenza, come frutta e verdura non trattate, come alternativa a stili di vita spesso fondati su cibo sottoposti a processo di raffinazione o trattati per il confezionamento e l’allungamento della scadenza. Questo senza contare il consumo fin troppo diffuso in Occidente del cosiddetto cibo spazzatura.

Lo studio ha previsto alcuni test di laboratorio su topolini, i quali hanno mostrato minore propensione al manifestare i sintomi dell’asma nei casi in cui è stato imposto loro un regime dietetico ad alto contenuto di fibre derivate da frutta e verdura. Attivando il meccanismo protettivo originato nella zona intestinale, questi alimenti favoriscono la riduzione dell’irritazione e dell’infiammazione delle vie respiratorie.

Alterare la flora batterica intestinale porterebbe secondo gli esperti a un’evidente propensione allo squilibrio delle difese dell’organismo, in grado di ripercuotersi sulla circolazione sanguigna e sull’attivazione di speciali indicatori che favoriscono la risposta immunitaria contro l’infiammazione e l’irritazione dei tessuti.

Una dieta ricca di fibre alimentari sarebbe il segreto per ridurre al minimo i rischi legati all’asma secondo i ricercatori dell’Università di Losanna. Via libera quindi a un’alimentazione in cui frutta e verdura la fanno da padrone, con carciofi e lamponi (anche però legumi come lenticchie e fagioli) tra gli alimenti più salutari.

7 gennaio 2014
I vostri commenti
sasi, lunedì 3 febbraio 2014 alle17:25 ha scritto: rispondi »

grazie i vostri consigli sono utili. mi piacerebbe anke su alitosi e dimagrire

Virgilio Carrapa, mercoledì 8 gennaio 2014 alle13:32 ha scritto: rispondi »

La vita viene dalla vita mente dalla morte deriva solo malattia e morte .La frutta la verdura e tutti alimenti vegetariani sono portatori di è rinforzando l'immunità ci proteggono da molte malattie degenerative.Mentre mangiando alimenti senza prana vitale non facciamo altro che causare un danno degenerativo alle nostre cellule che dovrebbero nutrirsi di energia vitale che solo è unicamente il mondo vegetale potrà darci.Gesù diceva che il seme è portatore di vita mentre gli alimenti della carne del pesce e delle uova sono senza prana o energia vitale,pieni completamente ti tossine velenose che il nostro corpo assimilandole crea nelle cellule del nostro corpo un strato calcerogeno.Ecco perché Ippocrate diceva che il cibo è la medicina e che la medicina deve essere il nostro cibo.Poi aggiungeva che noi siamo quello che mangiamo..

Lascia un commento