Frutta secca riduce il rischio di sovrappeso e obesità

Chi mangia regolarmente frutta secca ha un rischio inferiore del 5% di incorrere nel sovrappeso e nell’obesità. Lo hanno scoperto gli esperti del Center for Nutrition, Lifestyle and Disease Prevention della Loma Linda University School of Public Health in California.

I ricercatori hanno condotto uno studio che ha visto la partecipazione di diversi volontari seguiti per cinque anni. I risultati hanno dimostrato che le persone che consumano spuntini a base di noci, pistacchi, mandorle e nocciole accumulano meno chili di troppo. Per questo motivo gli esperti sono convinti che questa frutta secca dovrebbe perfino sostituire i grassi animali durante i pasti.

=> Scopri perché sostituire la carne con la frutta secca riduce rischio morte prematura

La frutta secca dà un rapido senso di sazietà e quindi potrebbe avere un ruolo principale all’interno di un pasto. I risultati ottenuti contrastano con le teorie secondo le quali questi alimenti potrebbero portare ad un aumento di peso a causa del loro contenuto di grassi. Gli studiosi spiegano che i grassi della frutta secca sono quasi interamente grassi “buoni”.

=> Leggi proprietà e benefici della frutta secca

Inoltre questi frutti forniscono proteine, vitamine e sali minerali, che svolgono un ruolo centrale nella stimolazione dell’energia da fornire all’organismo. Ricerche precedenti hanno sottolineato che le noci possono svolgere un’azione anti-invecchiamento e il discorso varrebbe anche per altri tipi di frutta secca come mandorle, nocciole e pistacchi.

Si rafforza sempre di più l’interesse per una dieta a base di vegetali, che si dimostrerebbe utile per garantire la salute del cuore e per abbassare il rischio di sviluppare alcune forme di tumori.

26 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento