Frutta secca e olio d’oliva aiutano a proteggere il cuore. Secondo alcuni cardiologi britannici per i soggetti che conducono stili di vita poco salutari il ricorso a questi prodotti naturali si rivelerebbe più efficace nell’attività di prevenzione rispetto alle statine, farmaci di norma utilizzati per svolgere il medesimo compito.

Consumare abitualmente olio d’oliva extravergine, noci, pistacchi, pinoli, mandorle o altro tipo di frutta secca offrirebbe un aiuto maggiore rispetto al supporto, spesso “illusorio” secondo i medici, offerto dalle statine. Come hanno affermato il Dr. Aseem Malhotra, il Dr Andrew Apps e il Prof. Simon Capewell, docente di epidemiologia clinica, in un editoriale apparso sulle pagine del giornale britannico Prescriber:

Le statine non dovrebbero offrire illusioni in merito al fatto che la loro protezione offrirebbe una sorta di via libera nei confronti di una dieta e uno stile di vita poco salutari.

L’80% delle malattie cardiovascolari è con certezza attribuito a fattori legati allo stile di vita come una dieta non salutare, fumare e scarsa attività fisica. Per questi individui il ricorso alle statine si dimostra di scarsa efficacia.

Frutta secca, olio d’oliva e una mela al giorno possono rappresentare secondo i tre esperti un aiuto effettivo nella riduzione del rischio di infarto o ictus. Questo grazie al loro contenuto, per quanto riguarda ad esempio le noci, di grassi buoni in grado di ridurre quelli dannosi per l’organismo.

Ai pazienti dovrebbe essere comunicato, concludono Malhotra, Apps e Capewell, che una dieta sana arricchita con frutta secca e olio d’oliva potrebbe fornire benefici simili a quelli dei farmaci nell’aiutarli a tenere sotto controllo il colesterolo.

21 gennaio 2015
Fonte:
Lascia un commento