Ce lo sentiamo dire ogni giorno che mangiare più frutta e verdura fa bene alla nostra salute. Chi l’avrebbe mai detto però che aumentare le nostre porzioni giornaliere ci può rendere anche più felici? Nel giro di pochi mesi per di più.

A scoprirlo è stato uno studio congiunto tra l’Università di Warwick in Inghilterra e la University of Queensland in Australia. I ricercatori hanno studiato i diari alimentari di 12.385 australiani nel 2007, nel 2009 e nel 2013 e hanno confrontato i dati con altri relativi allo stato di occupazione, al reddito e ad altre condizioni della vita che potevano determinare la loro felicità.

I ricercatori hanno osservato che persone passate da un consumo ridotto di frutta e verdura giornaliero ad abitudini più sane, con un apporto fino a 8 porzioni al giorno, manifestavano in poco tempo effetti positivi sull’umore, a volte anche nel giro di 24 mesi. Andrew Oswald, Professore di Economia e Scienze del comportamento presso l’Università di Warwick, spiega:

Mangiare frutta e verdura aumenta apparentemente la nostra felicità molto più rapidamente di quanto non migliori la salute umana. La motivazione delle persone a mangiare cibo sano è indebolita dal fatto che i benefici fisici, per la salute come la protezione contro il cancro, maturano decenni più tardi. Invece i miglioramenti del benessere dovuti ad un aumento del consumo di frutta e verdura sono più vicini all’immediato.

Rimangono confermati i benefici che il nostro organismo può sentire in termini di salute, soprattutto a livello di prevenzione dalle malattie cardiovascolari e dal cancro, ma sembra siano meno tangibili nel breve tempo e che si possano sentire con periodo prolungato di applicazione alle “buone abitudini”.

In termini di umore e benessere psicologico invece, un cambiamento si può toccare con mano in brevissimo tempo, merito secondo gli scienziati degli antiossidanti contenuti nei prodotti ortofrutticoli, che confermerebbero alcune osservazioni che hanno portato ad ipotizzare un collegamento tra concentrazione di carotenoidi nel sangue e livelli di ottimismo.

Gli stessi ricercatori sostengono però che servono studi più approfonditi per confermare che questa ipotesi sia reale. Nel frattempo affermano con soddisfazione, che questa scoperta potrebbe essere utile per convincere le persone a consumare più frutta e verdura. In fondo può essere allettante un antidepressivo naturale ed economico, tanto meglio d’estate in cui ci sono soprattutto molti frutti succulenti e gustosi da preparare sulle nostre tavole: provare per credere.

11 luglio 2016
I vostri commenti
GIOVANNI, lunedì 11 luglio 2016 alle18:45 ha scritto: rispondi »

E’ VERISSIMOOOOOO!!!!!!!!!.. GRAZIE

Lascia un commento