Gunther Oettinger, commissario europeo all’Energia, torna a benedire il fracking dello shale gas. In un’intervista al quotidiano tedesco Die Welt Oettinger ribadisce che l’UE sta lavorando a un regolamento comune sulla fratturazione idraulica, che arriverà entro la fine dell’anno. Già nell’ottobre scorso il portavoce del commissario all’Ambiente, Joe Hennon, aveva annunciato all’emittente ViEUws che la Commissione stava lavorando al regolamento ma che non sarebbe arrivato prima del 2013.

>> Scopri cos’è il gas di scisto e i pericoli per l’ambiente del fracking

Ora Oettinger conferma ma, allo stesso tempo, lascia intuire che il regolamento arriverà nella seconda metà di quest’anno. E c’era da aspettarselo, con le elezioni in Germania a fine settembre. A Die Welt Oettinger ha mostrato il “volto umano” del fracking tentando di rassicurare gli ambientalisti con la promessa che non si farà fratturazione idraulica dove ci sono rischi per le falde acquifere:

Proteggere le aree dove c’è acqua profonda o potabile, come nei pressi del lago Costanza, è assolutamente giusto. A livello europeo guarderemo alla questione del fracking e della protezione dell’ambiente maggiormente in dettaglio quest’anno.

Ma Oettinger sa anche che il fracking è un tema molto caldo nella sua Germania e fa un ulteriore passo avanti:

Allo stesso tempo la Germania dovrebbe guardare al potenziale dello shale gas e creare un quadro normativo necessario a eseguire test pratici e progetti dimostrativi. Se permettiamo di perforare i pozzi di test, in pochi anni ne sapremo di più avremo maggiori informazioni sui costi.

Infine, il commissario europeo si esibisce in una sviolinata dedicata all’orgoglio ingegneristico tedesco:

In un paese di ingegneri come la Germania, tutto ciò si dovrebbe decisamente incoraggiare.

Ma non tutti i tedeschi sono ingegneri né, men che meno, tutti i tedeschi sono favorevoli al fracking come l’illustre connazionale Oettinger. Robert Habeck, ministro per la politica energetica, l’agricoltura, l’ambiente e le zone rurali dello Schleswig-Holstein, ha idee molto diverse:

Il fracking è la tecnologia sbagliata per garantire i nostri rifornimenti energetici. Dobbiamo superare i combustibili fossili. Il fracking fa paura, la popolazione non lo vuole.

Martin Habersaat, parlamentare SPD dello Stato del Barsbuettel, critica invece l’idea di limitare il fracking alle sole aree di protezione idrica:

Non ha senso limitare il fracking nelle aree di protezione dell’acqua e permetterlo la porta accanto. Alla fine è come creare una zona dove si può fare pipì in piscina.

Fino a quando gli effetti sulle falde idriche, l’ambiente e la natura sono poco chiari la promozione degli idrocarburi non convenzionali non è accettabile.

Tuttavia, va ricordato che il fracking ha un solido amico in Peter Altmaier. Il ministro dell’Ambiente tedesco ha già firmato insieme al collega all’economia una bozza di regolamento nazionale che, se diventerà definitiva, permetterà alle compagnie petrolifere di fare esattamente ciò che auspica Oettinger: fracking ovunque, tranne dove c’è acqua.

Questa è la posizione attuale della Germania, difesa dal Governo Merkel in patria e dal commissario Oettinger in Europa. Si vedrà, dopo le elezioni tedesche di fine settembre, se i tedeschi confermeranno questa impostazione o la spazzeranno via insieme all’attuale esecutivo.

21 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Dino Caliman, lunedì 3 giugno 2013 alle21:10 ha scritto: rispondi »

Speriamo che nel fare i test si preoccupino di fare contestualmente l'analisi ed il trattamento dell'acqua di risulta delle perforazioni. Altrimenti avranno seri problemi ecologici. La tecnologia ,chimico/ fisica/biologica Italiana testata all'estero da 7 anni c'è.

Angelo, martedì 21 maggio 2013 alle21:00 ha scritto: rispondi »

Carissimo Pier Luigi, fatti trivellare nell'orto di casa tua ! !!!!!!!

Angelo, martedì 21 maggio 2013 alle20:53 ha scritto: rispondi »

Che gli egregi Altmaier ed Ottinger estraggano il gas di scisto nel giardino di casa loro !!!!! Noi, qui nella bassa modenese, abbiamo già ampiamente dato il 20 e 29 Maggio 2012 !!!!!!!!!!!

dany, martedì 21 maggio 2013 alle19:40 ha scritto: rispondi »

l'Unione Europea pagata dalle lobbies !!!

Angelo, martedì 21 maggio 2013 alle19:27 ha scritto: rispondi »

Che Oettinger ed Altmaier se lo facciano sotto casa loro il fracking !!!!! Noi della Bassa Modenese abbiamo già ampiamente datooooooooooo !!!!!!!!!!!

Lascia un commento