Il miliardario americano Warren Buffett conferma la sua passione per le energie rinnovabili facendo un acquisto decisamente di peso. Per una cifra compresa tra i due e i 2,5 miliardi di dollari Buffet ha acquistato dalla californiana SunPower gli Antelope Valley Solar Projects. Cioè un progetto per un enorme parco fotovoltaico da 579 MW di potenza, divisi in due “ranch solari”, attualmente in costruzione in California. Quando saranno pronti e allacciati entrambi alla rete elettrica si tratterà del parco fotovoltaico più grande al mondo.

>>Leggi le previsioni per il 2013 riguardo il settore fotovoltaico

L’accordo prevede che SunPower mantenga il contratto di costruzione, esercizio e manutenzione dell’impianto che però passa ora in mano alla MidAmerican Solar di Buffett. Una volta costruiti, i due ranch solari venderanno l’energia prodotta alla Southern California Edison (SCE) tramite altrettanti contratti di acquisto a lungo termine. Howard Wenger, presidente di SunPower, descrive così l’affare:

Gli Antelope Valley Solar Projects sono una storica pietra miliare nell’industria dell’energia. Stiamo fornendo energia rinnovabile altamente affidabile ad un costo basso e a grandissima scala. SunPower è fiera di lavorare con MidAmerican e SCE, leader riconosciuti nello sviluppo dell’energia pulita, offrendo alla California lavoro e opportunità economiche e aiutando lo Stato a raggiungere i suoi obiettivi nel mix energetico rinnovabile.

MidAmerican Energy Holdings Company ha già enormi interessi nelle rinnovabili: solo nel fotovoltaico possiede 1.000 MW di potenza installata e ha anche impianti eolici e idroelettrici. Per Buffett quindi non si tratta affatto di un colpo di testa ma di una precisa strategia. D’altronde il miliardario americano è noto per non aver quasi mai investito nelle aziende e nelle start-up tecnologiche, che ritiene troppo poco affidabili nel lungo periodo.

>>Scopri come eolico e fotovoltaico abbatteranno i costi dell’energia elettrica

Due miliardi e mezzo spesi nel fotovoltaico in terra americana da uno come lui, quindi, sono anche un chiaro segnale al resto degli imprenditori statunitensi: il solare è una concreta opportunità di business nei prossimi anni, non una bolla come molti hanno affermato. Tanto che Wall Street ha benedetto l’operazione. Il titolo SunPower è salito del 34,8%, seguito anche dagli altri big del settore fotovoltaico quotati in borsa: Trina Solar (+17,2%), JA Solar (+14,4%), Yingli Green Energy (+12,6%), Suntech (+11,3%) e First Solar (+9,1%).

Fonti: SunPower

4 gennaio 2013
Lascia un commento